Pradè prende in mano il mercato, ecco l’obiettivo numero uno per la porta

PradeScandicciEduardo Macia non farà parte della Fiorentina della prossima stagione, troppe le divergenze con la società e troppo poca l’autonomia nel suo ambito, così l’addio al termine del campionato è la soluzione più ovvia per tutti. Quindi il mercato passerà nelle mani di Daniele Pradè che con Della Valle e Montella, con la supervisione di Cognigni, costruirà la Fiorentina del futuro. Abbiamo già detto dell’italianizzazione che ha in mente Diego Della Valle e forse, in parte, verrà anche portata avanti dal direttore anche se pensare di fare una squadra di solo italiani semplicemente per il loro passaporto è impensabile. Ma qualche nome dal futuro assicurato nel nostro paese c’è e Pradè si sta già muovendo in questo senso. Per esempio, giusto per citare il nome più altisonante, per la porta la Fiorentina segue da vicino Scuffet dell’Udinese ritenuto il dodicesimo ideale alle spalle di Tatarusanu. Un portiere giovane ma che già conosce la Serie A, un futuro assicurato visto che è un classe 1996 e un prezzo che è calato molto dopo una stagione passata in panchina. Inutile dire che i rapporti tra Fiorentina e Udinese sono ottimi e il canale preferenziale di Pradè potrebbe aiutare in questo senso a mettersi in pole position per Scuffet.

Foto: LF/Fiorentinanews.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

23 commenti

  1. Ultima cosa è la supervisione di Cognigni e su che cosa mi chiedo sul lato tecnico non ci capisce niente e ci sono Pradè E Montella e su quello economico c’è ADV e allora mi chiedo su che cosa.

  2. Ora è una moda italianizzare ma di giocatori italiani bravi sul mercato ci sono ?
    Io non li vedo l’unico è Verratti ma costa una tombola il resto sono mediocri ok per l’acquisto di Scuffet giovane e di grandi prospettive ma io continuo nel dire che gli acquisti devono essere fatti per migliorare la squadra che sia italiano o straniero non fa differenza , ma come dicevo prima tolto Verratti non vedo italiani che facciano fare un salto di qualità.

  3. filippo minuscolo

    I giocatori italiani se sono davvero forti poi vogliono la strisciata. Questo è un fatto. Vedi bernardeschi che ancora non ha fatto nulla ma ha già annusato la juve grazie a quella orrida persona del suo concittadino buffon.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*