Questo sito contribuisce alla audience di

Pradè sì-Pradè no, Pradè per poco-Pradè a lungo…

PradePalazzoVecchioSe ne stanno dicendo di tutti i colori sul futuro di Daniele Pradè, uno degli artefici, insieme a Macia, Montella ed al resto della dirigenza, della rinascita della Fiorentina nel luglio 2012. Il contratto del ds romano è tutt’ora in scadenza nel prossimo giugno e molte voci l’hanno associato ad alcune squadre da ricostruire, vedi Inter e Milan, e qualcuno addirittura al Bologna. Opzioni che però Pradè ha rifiutato senza pensarci troppo, stante la sua volontà di proseguire il lavoro iniziato un anno e mezzo fa. Le ultime lo danno praticamente già in accordo con il resto della dirigenza, sebbene qualcuno lo ipotizzasse in contrasto con Cognigni, per prolungare il proprio contratto in viola. Resta da capire per quanto Della Valle vorrà affidargli il mercato della Fiorentina: anche qui tante voci e poche certezze, c’è chi parla di un altro anno e chi, come Panorama, di due, fino dunque al 2016. Nel frattempo l’unico punto fermo, ribadito anche dallo stesso Pradè, è il Cda di aprile che farà chiarezza sui vari contratti in scadenza (anche quello di Mencucci lo è), sperando che non ci siano brutte sorprese dietro l’angolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

30 commenti

  1. Per la Redazione, se Spalletti potrebbe Arrivare, buona giornata a tutto lo Staff e au Tifosi Viola
    Per ora non se ne parla proprio. Redazione

  2. Per la redazione:potrebbe essere una soluzione terim di nuovo a firenze?

  3. Ma alla fine contano i soldi e sapere fiutare i giocatori che hanno fatto delle cose buone ma magari che sono stanchi di vecchie situazioni.Un grande motivatore oltre che ottimo allenatore,a me piacerebbe tornasse un certo TERIM CON QUESTA SQUADRA SAREBBE PERFETTO,montella sarà anche bravo ma inesperto .Serve un grande team i giocatori ci sono basta fare inesti giusti,serve un grande allenatore tosto,furbo e esperto con le@@.
    TERIM SAREBBE MEGLIO DI UN TOP PLAYER

  4. Pradè è la brutta copia di Corvino,basta vedere gli acquisti fatti da Corvino e Pradè:Quest’ultimo ha comprato solo dei quasi giocatori tipo,Matos,Vecino,Alonso,Bakic,Jacovenko,Macia ha trovato Valero,Rossi e Gonzales,i vari Jovetic,Lialiic sono stati comprati da Corvino,la differenza sta in questi giocatori,per chiudere in bellezza il nostro ha svenduto Lialiic.

  5. Stefano se ti fai indirizzare dalla stampa anzichè dal tuo cervello…

  6. Stefano sono d’accordo con te. Era solo per rimarcare come certi organi di stampa o radio, fiorentini, usano il loro potere per indirizzare da una parte o l’altra l’opinione pubblica. Oggi cercano di giustificare l’acquisto, per esempio di Sissoko, prima non passava niente. Questo solo perchè avevano delle ruggini personali con Corvino. A me questa non sembra
    una cosa corretta ma soprattutto perchè danneggia la fiorentina. Io non ce l’ho con pradè e spero che rimanga.

  7. GUEVARA,a prescindere dal fatto di essere pro o contro Prade’ o Corvino,ma che vorresti fare? Ricominciare un’altra volta tutto da zero? E tra due anni,se non avremo vinto? Ricominciare ancora e così via all’infinito? Vedi che un programma o progetto che dir si voglia,necessità di quattro/cinque anni per poter essere attuato,così come è stato fatto con Corvino. Poi,se non avrà portato a niente,allora ripartiremo con altri interpreti. Ma se ogni due anni si cambia e si riparte da capo,mi sa che sia difficile valutare un programma di lavoro e provare a raccoglierne i frutti. Saluti.

  8. Ve lo dico io perchè c’è ancora chi loda pradè. Perchè la stampa fiorentina è tutta per pradè e soprattutto contro il precedente direttore. Radioblu è scandalosa su certi commenti. Ora si scusa tutto prima non si faceva altro che criticare. Pantaleo ci ha portato i champion, agli ottavi. Con questi la vedo dura.

  9. Pradè in viola a luuuungo, lunghissimo.
    Avessimo avuto un difensore centrale in più e non avessimo avuto gli infortuni di Rossi e Gomez staremmo parlando di tutt’altro campionato

  10. io voglio Pradè e Macia in viola a lungo
    anche se l’estate prima avevano fatto meglio
    forse si pensava che tutti questi giovani (Matos, Rebic, Wolski, Vecino, Alonso, Bakic)
    crescessero di più o facessero più minuti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*