Questo sito contribuisce alla audience di

Prandelli, offerta shock: C’è chi è disposto a dargli cinque milioni l’anno!

Il futuro di Cesare Prandelli potrebbe essere in Turchia. L’ex allenatore della Fiorentina potrebbe, dopo il fallimento con l’Italia al Mondiale, allenare il Galatasaray la prossima stagione, prendendo il posto che è stato di un altro italiano, Roberto Mancini. I turchi hanno fatto pervenire al tecnico una proposta shock: cinque milioni di euro netti all’anno di ingaggio. Prandelli ci sta pensando su e alla fine, di fronte a tanta munificenza, potrebbe pure accettare di trasferirsi sullo stretto del Bosforo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

15 commenti

  1. REDAZIONE…..la notizia non mi risulta completa poiche’ nello stesso posto della notizia c’e’ una postilla che parla di una offerta multipla per allenatore e direttore sportivo cioe’ Prandelli e Abete………traduzione,….. 2 ….. con un piccione.

  2. Ma a voi che ve ne frega se va in Turchia e gli danno 5 milioni? Invidia?
    Ma lasciatelo perdere e fatevi i c…. vostri.

  3. c’è anche chi è disposto a prenderlo nel deretano. Aggratiss

  4. Crederemo a questa “notizia” quando vedremo Prandelli in panchina in Turchia. Per ora, sa tanto di tentativo di rivalutazione dopo la figura barbina fatta. E così come se ne è andato da Firenze senza dare serie spiegazioni, così con la nazionale, se ne va senza dire altro che: “il progetto tecnico è fallito, e io ne sono il responsabile, perciò vado via”. Davanti ai sui fallimenti, quest’uomo sembra capace soltanto di eclissarsi in punta di piedi. Persona poco incline alla chiarezza, sfuggente.

  5. Chi occupa una posizione di responsabilita’ verso l intera nazione come il ct dell Italia, non puo’ dimettersi in Brasile e eclissarsi senza dare conto dei motivi del fallimento. E’un comportamento che rasenta la codardia e l ‘irresponsabilita’. Lui rappresentava un intero movimento calcistico con interessi economici significativi. Sembra assurdo dirlo, ma quello col gatto in testa ha dimostrato
    di avere piu’ attributi e coerenza.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*