Prandelli: “Paulo Sousa? Il Basilea ha giocato un gran calcio, resta da vedere con quali criteri vengono scelti gli allenatori. Ecco tutta la verità sul mio possibile passaggio alla Juve nel 2010”

image

Cesare Prandelli, ex allenatore della Fiorentina e della Nazionale, ha rilasciato una lunga intervista a gazzetta.it nella quale è tornato a parlare di Paulo Sousa e della nota vicenda che ha portato il tecnico di Orzinuovi al divorzio con i viola: “Sousa? Mio giudizio personale, il Basilea l’anno scorso ha fatto un gran calcio. Poi bisogna vedere con quali criteri i dirigenti scelgono gli allenatori. Juventus? Mi cercarono Moggi, Giraudo e Bettega quando ero a Parma. Quando rinnovai con la Fiorentina mi chiamò Secco e la terza volta, con il permesso della Fiorentina, parlai con Bettega, che era tornato ai vertici della società. Ma non se ne fece nulla perché andai in Nazionale”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. Claudio San Miniato

    Chetati nazione Toscana , vai a dormire

  2. Il nostro limite è il salto di qualità che la società evidentemente non vuole fare perchè qui è da anni che arrivano ottimi risultati in termini di classifica ma non si vuole aggiungere quei 2 pezzi da 40 definitivi nello scacchiere.

  3. L’ha detto dopo cinque anni! Forse tra altri cinque Montella dirà che aveva un accordo col Napoli !! Medita gente meditate!

  4. Nazione Toscana pe*** di m****

  5. Cesare uno di noi!

  6. Caro nazione Toscana, Prandelli chiese il salto di qualità come Montella perché il ciclo era finito,ed il tuo grande Diego lo mando a casa. Credimi con questi non si vincerà mai un caxxo,ed a me può stare bene,purché lo dicano chiaro,e non mi vengono a prendere x il culo con sti progetti del cavolo.

  7. Nazione Toscana

    Non se ne fece di nulla grazie a Diego, che si arrabbiò e lo spedì in nazionale.
    Altrimenti sarebbe andato alla juve.
    Traditore.
    Come al solito, i nostri incredibili tifosi si schierarono quasi tutti dalla parte sbagliata, quella di prandelli.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*