Prandelli: “Vorrei rivedere Rossi sul campo dal primo giorno di ritiro ma mi aspetto una parola da lui”

prandelli3

prandelli3A Lady Radio Prandelli torna anche sulla triste vicenda relativa a Giuseppe Rossi, che causò una frattura dei rapporti tra i due in occasione della mancata convocazione ai Mondiali di Brasile 2014: “A livello professionale e da tifoso lo vorrei rivedere in campo dal primo giorno di ritiro, gli auguro di tornar al 100%. Sotto l’aspetto umano mi aspetto solo una parola di cinque lettere, non di più. Non ho elementi per poter dire se possa giocare 5, 10 o 30 partite; dal punto di vista caratteriale e del temperamento non ha mai deluso, era ed è sempre stato un esempio da mostrare. Se tornerei a Firenze? Cinque anni fa avevo un contratto e si parlava anche di rinnovo, io ho fatto delle scelte e non sarei mai andato via. Il fatto di essere rimasto a Firenze dimostra che ero convinto allora di poter rimanere tanto alla Fiorentina, non mi sto riproponendo ovviamente ma ero molto legato. Organizzazione della società? Come sempre detto, le squadre forti sono quelle che hanno dirigenti che lavorano 24 ore al giorno e stanno costantemente sul campo, l’allenatore a quel punto è sostenuto dalla struttura e c’è un maggior controllo anche sui calciatori, c’è meno margine per la nascita di conflitti nel gruppo e di situazioni spiacevoli. Babacar e Bernardeschi? Hanno prospettive illimitate però arrivati ad un certo punto bisogna avere il coraggio di dargli modo di reggere le pressioni, dandogli quindi fiducia. Bernardeschi lo vedemmo nello stage con la Nazionale e ci impressionò tanto per la sua abilità e capacità di corsa, è un giocatore che può giocare su tutto il fronte d’attacco, rendendo di più sull’esterno, ma ha anche una corsa devastante sul verticale”.

Foto: LF/Fiorentinanews.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

9 commenti

  1. C’è poco da fare, dopo tutta la bega con Pepito l’ho infamato anch’io ma ora bisogna riconosce che aveva ragione, gli chiedo scusa anch’io.

    Avrà sbagliato tempi o metodi col giocatore, ma Rossi era a rischio infortunio e le indiscrezioni di alcuni giocrnali al suo rientro si sono rivelate vere al suo rientro prima del fine stagione.

    Anche perchè oh, scemo va bene, ma Pepito lo porteresti via anche fuori forma, è che già rischiava una ricaduta come quella estiva

  2. LEVALO……….
    solo Montella, non perche’ il migliore in assoluto ma per l’onesta’ e l’attaccamento al suo lavoro che forse…..(??????) l’ha fatto traboccare con le parole

  3. biglietto d’andata per ” ORZINUOVI ” senza ritorno e senza parole…..non leggo nemmeno l’articolo (..e se viene Novella meglio)

  4. Cisko73 come faccio a non tirarti in ballo un’altra volta ? Sei fuori ( misura) parli a vanvera , per sentito dire e per dire qualcosa .
    24 (?) dirigenti ? Che lavorano un’ora al giorno ? I DV non imparano dai propri errori ?, ma che ne sai te ? Come si fa a prenderti sul serio. Sei più buffo di Totò ,anzi sembri Rascel nella versione ” è arrivata la bufera è arrivato mi il temporale” te lo ricordi ? Forse no eri ancora un ragazzo.

  5. Alla fine dei conti preferisco Prandelli a Montella

  6. lucabilly1963, da Atene, Grecia

    Prandelli, la vittima sacrificale dell’incapacita` dei DV di gestire una squadra di calcio che NON si gestisce come una grande azienda (bravissimi in questo), ma con latri criteri. Se continuano cosi’ con lo stuolo di lecchini che si ritrovano, Sousa sara` la terza grande vittima.

  7. Insomma Cisko, se con Montella e Prandelli è finita e perchè sono stati un po troppo bravi ed hanno onestà intelletuale e carattere.

    Montella era ancora qui se al suo primo anno arrivevamo ottavi,
    al secondo sesti, al terzo anno con le coppe quinti/sesto e ed in europa sedicesimi /ottavi ,
    Quest’anno restava e si provava magari a fare + strada nelle coppe e magari a risucchiare un altra posizione o 2 in campiomato.

    Poi tra un anno se arrivavamo quarti, il mister diceva, siamo ad un passo dalle prime 3,
    ma vendere giocatori x reinvestire una parte (quest’anno con cessione di cuadrado hanno chiuso in attivo di 15 mln tra cessioni e acquisti)non basta x l’ultimo salto che facciamo?
    Facciamo che o ti stai zitto e ripartiamo da 0 con te e o te ne vai e ripariamo con un altro con una stagione che si spera tra le prime 8 e poi assalto alla qualificazione all’europa league.

    Nulla di male a fare cio’ , ma il problema e nn ammetterlo,
    peró dopo l’addio di montella che funziona così non è un caso, la prima volta 1 poteva credergli ora no,
    Ora la storia he ha parlato con la juve, che nn vuole la clausula non se la bevono + tutti e allora co sta amarezza,
    bastava onestà.

  8. ‘Le squadre forti sono quelle che hanno dirigenti che lavorano 24 ore al giorno e stanno sul campo’
    Frase topica!!!
    Alla Fiorentina ci sono invece 24 dirigenti che se lavorano in totale 1 ora al giorno è già tanto e sul campo non ci stanno mai!!!
    Questa era un’altra delle lamentele di Montella.
    La musica con questi DV non è cambiata.
    Non imparano dai propri errori e non li correggono perché sono semplicemente testardi e arroganti, credendo di essere sempre nel giusto.
    Chi ci rimette in tutto questo è il tifoso.

  9. A Cesare dovremo dire sempre e solo grazie!!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*