Primavera eliminata ma c’è un attaccante che continua a lanciare messaggi a Sousa

Dodici reti in quindici gare di campionato, due in quattro di Coppa Italia: il bomber stagionale della Primavera della Fiorentina è Simone Minelli, attaccante che un mese fa circa ha compiuto 19 anni. Per lui l’esordio in prima squadra è già avvenuto, era il dicembre del 2014 in Europa League contro la Dinamo Minsk, poi però né Montella,Sousa l’hanno preso in considerazione. Il tecnico portoghese in particolare avrebbe forse potuto attingere alla Primavera specialmente nelle occasioni in cui la sua rosa risultava decimata da infortuni e squalifiche. Nella sfida persa oggi dalla Primavera gigliata contro la Juventus, valsa l’eliminazione dal torneo, Minelli ha timbrato ancora una volta il cartellino e lanciato un nuovo messaggio verso l’alto. La sua sfortuna è che nel suo ruolo la Fiorentina dei grandi è ben coperta ma chissà che qualche chance per lui non possa esserci, entro la fine del campionato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

9 commenti

  1. Per Enrico rossi: Volevo solo finire dicendo che i giovani primavera di Entella, Sassuolo, Juve, Fiorentina ecc non li ne scelti ne comprati io.

  2. Per roberto novoli. dici che Minelli deve mangiare ancora tanta pappa, ma guarda che Minelli e anche Bangu sono piccoli di loro e se misuri e valuti i calciatori dalla statura allora Giovinco, Giordano, D’Amico, Bruno Conti, i nostri Caso e Bruni, ma anche Messi, Maradona e Pelè erano adatti al calcio balilla e non al calcio.

  3. Per Enrico rossi. Hai ragione, ma ricorda che l’anno scorso la Juve primavera era molto dietro a noi in classifica e anche loro hanno molti stranieri.
    Se mi son permesso di consigliare Roberto Baggio e Sartori è perchè son bravi competenti e ci sanno fare coi giovani. Sartori quando era al Chievo li andava a cercare in B e lega prò.
    Quanto all’analisi di Roberto novoli dissento in parte perchè per me Minelli, Bangu, Capezzi e Piccini sono pronti e potevano stare in rosa di prima squadra già da quest’anno.
    Sui tifosi incompetenti, come potrei essere io ma anche altri, dico semplicemente che il tifoso da un parere, esprime un’opinione ma non può prendere decisioni quindi anche se sbaglia non può fare danni.
    Termino dicendo che la partita di ieri conta fino a un certo punto e le conclusioni si tirano a fine stagione, anche se quest’anno per me la primavera è piuttosto scarsa in difesa.

  4. Analisi perfetta e obiettiva Roberto!!! A Ulisse dico invece che è vero che ci vogliono dirigenti che ci capiscano di calcio ma anche tifosi!!! Guardate la classifica della Primavera, siamo con l’Entella che non compra giocatori all’estero come noi!

  5. roberto novoli

    Ragazzi ma che dite? Ma l’avete mai vista la Primavera?
    Sousa, o un allenatore qualsiasi, i giovani li lancia se ci fossero giovani bravi . Ma di cosa stiamo parlando!
    Diakhitè, di cui si dice un gran bene, ecco si dice perché se si va a vedere sembra ci faccia un piacere a giocare con noi. Non ci mette l’anima nè il piede… e se non viene convocato è perché Sousa lo conosce . Minelli, bravino, ma quanta pappa deve ancora mangiare e non ha il fisico per giocare ad alti livelli, per ora.
    Articoli come questi servono solamente a creare confusione e aspettative che non avranno seguito. Siamo seri!

  6. Se è per questo il vizio di ignorare i giovani a favore di vecchiotti spesso rotti o bolliti e ovviamente stranieri, ce l’aveva anche Montella. Ci sono giovani (Viola e purtroppo ex Viola) come Capezzi, Fazzi, Empereur, Piccini, Bittante, Camporese, Matos, Acosty, ecc che o sono stati svenduti e regalati o sono in prestito da 2 o 3 anni.
    Vecino è stato in prestito 2 anni prima di approdare in 1° squadra e quanto ci avrebbe fatto comodo l’anno scorso vero Montella?
    Capezzzi era da tenere gia da quest’estate invece di prendere i rotti Kone e Costa.
    Per non parlare di Bittante, Camporese, Piccini, Bagadur che non sarebbero stati peggio del terzino dx che non c’è, di Gilberto, Benaluane ecc. Vero Sousa?
    Ci vogliono dirigenti che sanno di calcio e bravi non ragionieri e scartine come Pradè.
    Io propongo Roby Baggio DT e Sartori DS, con buona pace dei vari Mencucci, Rogg, Cognini, Baiesi ecc ecc.

  7. non si faceva giocare neanche Rossi per piu’ di un quarto d’ora altrimenti ogni minuto in piu’ avrebbe arrecato danni, figuriamoci se fanno giocare Minelli o Diakite’…concordo invece con chi sostiene che con loro ci vuol coraggio perche’ sono molto bravi..

  8. Dimenticavo : se qualcuno mi ricorda berna e Baba lanciati da Sousa io direi che nessuno dei due viene direttamente dalla primavera ma vanno in prima squadra dopo esperienze positive in B. E questo fa già di loro dei giovani…”di esperienza”.

  9. Se c’è una cosa sulla quale non concordo con Sousa è proprio questa, la ritrosia a lanciare i giovani. Ad esempio, Diakhitè di cui si dice un gran bene sarebbe potuto essere impiegato, o almeno convocato, ora che mancano centrocampisti, così come Minelli, magari nelle pertite minori di EL si poteva impiegare. Comunque questa mi sembra che sia una caratteristica negativa di gran parte del calcio italiano : ci si fida solo dei nomi e dei “vecchi”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*