Proc. Badelj: “Mi hanno fatto venire undici volte a Firenze inutilmente e non mi hanno pagato le commissioni”

Badelj Chievo

Dejan Joksimovic, procuratore di Milan Badelj, a Calciomercato.it replica ancora dopo l’uscita di alcuni giorni fa: “Ho sentito parlare di malinteso, ma quello che dico è tutto vero. E’ un anno e mezzo che evitano di pagarmi le commissioni. Sono venuto undici volte a Firenze inutilmente. Ho chiesto continuamente un incontro con il Presidente, ma non ha mai voluto vedermi. L’anno scorso, dopo la prima stagione a Firenze, mi ha detto che Badelj valeva solo la metà dei soldi pagati dalla Fiorentina per lui e che per questo motivo non mi avrebbe pagato. I dirigenti conoscono la situazione, ma non si è mai trovata una soluzione. Se lo scenario non cambia, Milan in estate andrà via, in un club che paga il lavoro del proprio agente. Aveva un solo anno di contratto con l’Amburgo e su di lui c’erano il Siviglia e il Milan, che avrebbe voluto prenderlo a zero a fine anno. Ma noi abbiamo scelto la compagine viola per il suo progetto sportivo e Milan sta dimostrando di essere uno dei migliori nel suo ruolo. Lavoro con Badelj da quando ha 16 anni e non mi era mai successa una cosa del genere, sono deluso per questo comportamento”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

35 commenti

  1. ma la smetta di rompere le scatole!! badelj pensi solo al campo e a dare il massimo, e non si muove assolutamente!!

  2. O Roberto di Novoli se non lo pagano vuol dire che non gli spettano. Magari fanno saltare acquisti quando ci sono procuratori esosi vedi Milinkovic e Mammana ma pagare pagano.

  3. roberto novoli

    Che sia successo qualcosa di poco chiaro è evidente e non mi meraviglierei se la Fiorentina non avessse pagato per i suoi servizi. Quello che mi lascia pensare è che nè il giocatore nè la società stanno prendendo posizione in questa antipatica vicenda. E sappiamo tutti che se uno vuole andarsene, contratto o non contratto, questo se ne va. Quindi se Badelj è giudicato giocatore indipensabile, che la società intervenga altrimenti convocare il procuratore e dirgli: “portaci tot soldi e ciao”.

  4. Ma il rapporto con Macià non si era incrinato proprio per importi poco chiari sul cartellino di Badelj …..

  5. Quì non è questione di schierarsi con la società o col procuratore, ci sarebbe da sapere cosa dice la Fiorentina, però nessuno parla e allora saranno cose loro a noi tifosi è una questione che può anche non interessare se non x curiosità.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*