Questo sito contribuisce alla audience di

Proc. Gonzalo: “Stiamo assistendo alla fine del suo periodo bellissimo a Firenze. Il Milan mi ha cercato, la Lazio invece…”

Un primo piano di Gonzalo. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Raul Iglesias, procuratore di Gonzalo Rodriguez, ha parlato a calciomercato.com del futuro del suo assistito: “Addio sicuro alla Fiorentina? Stiamo vedendo questo, come finirà il suo periodo bellissimo a Firenze. Dispiace, ma il calcio è così. Lazio? Ho sentito di questa cosa, posso dire che ancora nessuno della Lazio mi ha contattato per qualcosa di ufficiale. Ricevo tante chiamate da parte di intermediari che mi chiedono com’è la situazione di Rodriguez. Io prendo in considerazione solo quando un club mi chiama direttamente e, per il momento, non è successo. Se sarà, perchè no? Sarebbe una opzione interessante in più rispetto a quelle che ci sono già. Gonzalo valuterà tutto e prenderà la decisione migliore per il suo futuro professionale. Ci sono varie situazioni in Grecia, Italia, Argentina e Messico. Preferisco non fare nomi per rispetto dei club. C’è anche il Milan? Si, è corretto. Mi hanno domandato per distinte vie però dal club niente di ufficiale. Posso comprendere che è in atto un processo di nuova organizzazione. Noi stiamo parlando anche con altri club che mi chiedono del suo futuro. Per il momento non posso dire più nulla, entro qualche settimana avremo novità importanti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. Io lancio una provocazione:facciamo una petizione per cacciare corvino.Purtroppo i della valle non ce li toglieremo di torno per un po’ di tempo,anche perché una società di calcio non la vendi dall’oggi al domani,però loro devono sapere che non siamo più disposti ad essere presi in giro da questo direttore sportivo che ha fatto,e si accinge a fare danni da un punto di vista tecnico,senza fra l’altro guadagnare soldi.E l’esempio più emblematico è cedere un ottimo portiere come tata per tre inutili milioni.Troviamo un compromesso:o cacciate corvino,oppure contestazione ad oltranza!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*