Proc. Milinkovic-Savic: “La Fiorentina ha fatto di tutto ma noi volevamo solo la Lazio. Pradè? Ha perso la battaglia e…”

image

Torna d’attualità Sergej Milinkovic-Savic, il centrocampista serbo classe ’95 che tanto fece dannare dirigenti e tifosi viola nell’ultima estate. Il suo procuratore, Mateja Kezman ha parlato a Lalaziosiamonoi.it anche della corsa a due tra la Fiorentina ed biancocelesti: “La Lazio è stata la scelta perfetta per Sergej, la squadra più adatta per un giocatore come lui. Certo, dispiace aver perso la Champions, era un obiettivo al quale tutti tenevano, ma ormai è il passato. La trattativa? bbiamo capito da subito che i dirigenti erano intenzionati ad andare fino in fondo e credo che la cifra stanziata per il ragazzo ne sia testimonianza. La Lazio lo seguiva da tempo, era in trattativa con il Genk, ma poi si sono inserite un paio di squadre, una di queste era la Fiorentina. Noi, però, siamo stati chiari sin da subito con tutte le parti in causa: la Lazio era la nostra unica opzione, avevamo dato la nostra parola a Igli Tare, non potevamo certo rimangiarcela. La Lazio, poi, ci ha sempre rassicurato dicendoci che avrebbero fatto di tutto per portarlo a Roma. La famiglia di Sergej era d’accordo con me, la Lazio era la squadra giusta, il posto perfetto per far sì che il ragazzo mostrasse il suo talento. E’ stata un’estate lunga, ma credo che i tifosi biancocelesti stiano cominciando a capire perché il club ha lottato così tanto per acquistarlo. No rimpianti di Pradè? E’ ovvio che quando esci sconfitto da una battaglia, devi trovare il modo per proteggere te stesso. Lo capisco. E’ innegabile, Sergej è ancora giovane, ma credo stia dimostrando di essere un buon giocatore. Non ci interessano le chiacchiere altrui, neanche quelle di Pradé. La Lazio è il presente di Sergej, pensiamo a questo. Ripeto, le parole non contano nulla; la Fiorentina ha fatto di tutto per provare ad acquistare Milinkovic-Savic, ma la nostra decisione era un’altra. Diciamo che siamo tutti felici così”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

33 commenti

  1. Sei un buffone, proprio il tipo giusto per lavorare con Lotito! bye bye goditi la Champions (ahahah)!!!

  2. Questo Tizio vorrebbe farci credere che è un uomo di parola. Almeno stai zitto Buffone.

  3. Senti procuratore bugiardo, se avevate deciso così perchè allora fare venire il giocatore a Firenze e fare tutta quella manfrina con aggiunta di lacrime?
    Evidentemente non era come hai detto.
    Non è che avevi già firmato qualcosa in tempi non consentiti e che l’arcangelo Lotito ti ha detto “o vieni qui o….”?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*