Questo sito contribuisce alla audience di

Proc. Pasqual a FN: “Nella prima chiamata di Prandelli ci speravamo, ora non non ci illudiamo. Manuel può essere utile, almeno per due motivi…”

PasqualGenoaA poche ore ormai dalla prima amichevole pre Mondiale dell’Italia di Prandelli, si sprecano le previsioni sui ballottaggi in vista delle convocazioni definitive da parte del ct. Tra i calciatori in ballo c’è sicuramente Manuel Pasqual, che si gioca con Maggio e Darmian un posto tra i 23. Fiorentinanews.com ha contattato il suo procuratore, Gastone Rizzato, per tastare il polso della situazione.

Partiamo dal principio, com’è stata presa la chiamata nei 31 da parte di Prandelli?

“La notizia era stata presa benissimo quando fu comunicata perché, anche se non ci si voleva illudere, però sotto sotto (ma nemmeno troppo sotto…), ci si aspettava, ci si sperava. Poi vorrei ricordare che nell’ultima apparizione a settembre (contro la Repubblica Ceca ndr) era stato il migliore in campo e questo poteva valere qualcosa”.

Con quali armi può vincere il suo ballottaggio Pasqual?

“Su questo io faccio due tipi di considerazioni: intanto Manuel rappresenta quel prototipo di giocatore che si può adattare a più moduli in difesa. Per questo può essere sicuramente utilissimo. E poi non dimentichiamo che in una competizione come il Mondiale, con un gruppo di persone così eterogenee, avere una persona seria e rispettata da tutti non fa mai male. Può fare da collante tra i singoli giocatori e tra giocatori e staff, conoscendo bene Prandelli e i suoi collaboratori”.

Il suo sentimento quindi?

“E’ chiaro che c’è speranza e fiducia ma non voglio illudermi troppo. Dipenderà da Prandelli naturalmente e dalle valutazioni che farà in base alle partite in programma”.

Foto: LF/Fiorentinanews.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Povero Pasqual. La vedo nera che possa far parte della nazionale in Brasile. Sta pagando un’annata disastrosa giocata con la Fiorentina. Prandelli è stato corretto a convocarlo, ma ha capito nel corso del raduno che Pasqual non ci sta più con i piedi, non sa fare più i cross come li faceva fino a due anni fa, non sa marcare. Il suo agente fa bene a difenderlo, ma anche lui deve rassegnarsi all’evidenza dei fatti. Più forti di Pasqual, in questo momento, ce ne sono a iosa.

  2. Grande Pasqual.
    pezzo importantissimo …dentro e fuori
    prova a farti la cresta o la campanella al naso, tatuati il campanile di Giotto in un braccio…..senno’ glie’ dura con questa gente…..o unnai visto in che condizioni gira la firstlady del calcio nazionale? sombrero….mah

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*