Proc. Perin: “Piaceva alla Fiorentina ma non c’erano i parametri economici per fare una trattativa”

Matteo Roggi, procuratore tra gli altri di Perin, a Lady Radio parla così del mercato della Fiorentina e anche degli intrecci di mercato con il suo assistito: “Perin piaceva alla Fiorentina ma visto l’ingaggio e il valore del giocatore non era un’operazione possibile per i viola. Lui adesso guadagna come i top player della Fiorentina e cambiando squadra avrebbe chiesto, ovviamente, anche un ritocco dell’ingaggio e non sarebbe stato possibile”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. Il Genoa se lo può permettere,la Fiorentina no! È la cartina al tornasole della nostra forza. Credo dipenda dal bacino d’utenza e dai diritti TV!

  2. supercannabilover

    Per la Viola non e’ acquistabile nemmeno rotto, figuriamoci da sano

  3. Perche’ al genoa quanto guadagna?

  4. Già che ci sono possono contattare il procuratore di Messi e domandargli se il suo assistito è disposto a giocare nella Fiorentina, sempre senza sforare il nostro tetto salariale, s’intende. Mi sembrano come quelli che vanno da Bulgari, non volendo spendere più di un euro, però, dei burloni, insomma.

  5. E Preziosi regala tutti questi soldi ad un calciatore?e se e’ vero,noi viola siamo veramente rovinati,se il Genoa si puo’ permettere Perin e noi no,dove vogliamo arrivare in questo modo?

  6. Sarebbe auspicabile una presa di coscienza collettiva che porti l’enorme massa di tifosi che rende possibile questo enorme, ingiustificato e immorale giro di denaro a incidere in modo più costruttivo e conveniente sul mondo del calcio (e non solo).
    TV-pubblicità e suoi ritorni-tifoso (consumatore): a mio avviso è su quest’asse che un cambiamento, anche se non pienamente sufficiente, potrebbe riportare il tutto a una più giusta dimensione.

  7. Cosa ne faranno poi di tutti quei soldi…..!?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*