Proc. Rossi: “Lo porto via dalla Fiorentina”

Rossi Panchina Empoli

Vicenda Rossi, nuovo atto. A far ripartire la bambola, per così dire, ci ha pensato uno dei suoi procuratori, Andrea Pastorello, che ha dichiarato a Calciomercato.com: “Bisogna fare una premessa: allo stato attuale non c’è nessuna trattativa in corso per la sua cessione. Ho letto dai giornali di presunti interessamenti, dal Palermo all’Empoli. La realtà dei fatti è che mi sto sentendo con la società, quello sicuramente. I rapporti con il club sono molto cordiali ma non si possono fare altri sei mesi come questi. Rossi è molto legato alla Fiorentina e il club non vorrebbe cederlo. Il mio assistito vuole giocare di più e sono stato io a dirgli che è impossibile farlo, allo stato attuale, nella Fiorentina. E’ abbastanza evidente che il minutaggio è scarso, le scelte tecniche sono indirizzate su altri giocatori. Da parte mia non c’è la minima intenzione di mettere in discussione le scelte tecniche. Se dovessero arrivare delle offerte sarò io a convincere il club ad ascoltarle. Mi assumo tutte le responsabilità del caso, in modo molto sereno. Non è una situazione facile però insieme possiamo trovare una soluzione che sia positiva per tutte le parti in causa”. Calciatore, procuratore e società: chi vincerà questa lotta?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

43 commenti

  1. Vaia Pastorello. Quando t ha fatto gioco portallo a Firenze a due milioni e mezzo l anno giocando 20 partite in tre anno un t e parso il vero. Poi quando t ha fatto comodo nn farlo operare per vedere se prandelli lo portava un t e parso ivvero ora che fisicamente e a posto arrovederci e grazie vravo pastorello va a ca…..e te e ki ttu seu

  2. E’ la classica dimostrazione che i calciatori non comandano una fa.a! Questi squali pensano solo alla loro percentuale! Frega un c…o se gioca o no!

  3. Pastorello devi solo vergognarti dopo tutto quello che ha fatto e pagato la Fiorentina per Rossi…
    Il rispetto e la riconoscenza per quello che si è avuto oggi è merce rara…

    Noi vogliamo bene a Giuseppe ma chi sceglie gli uomini che vanno in campo è Sousa.
    Questa è una legge uguale per tutti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*