Questo sito contribuisce alla audience di

Proc. Veretout a FN: “C’erano altre offerte ma quando gli ho detto della Fiorentina, ha accettato subito. Jordan è felice ma per l’Europa è dura”

Tra le sorprese più positive di questo avvio di stagione, anche per l’arrivo in sordina nel corso dell’estate, e forse il migliore due giorni fa contro la Roma: Jordan Veretout ha convinto un po’ tutti nei suoi primi mesi di Fiorentina. Lottatore e corridore in mezzo al campo ma anche con un piede più che discreto (vedi la splendida punizione a Verona), oltre a doti di inserimento che ultimamente mancavano eccome ai centrocampisti viola. Il gol segnato ad Alisson è stato solo illusorio ma il bel gesto resta, così come restano anche la rete al “Bernabeu” e il palo tremendo contro l’Inter all’esordio. Per commentarne le prime gesta in maglia viola, Fiorentinanews.com ha sentito in esclusiva il suo procuratore, Fabrice Picot.

Ha sentito Jordan dopo la bella prestazione e il gol contro la Roma? Che bilancio fate di questi primi mesi in viola?
“Sì, abbiamo parlato domenica dopo la partita e anche ieri, Jordan è veramente felice e si trova molto bene nella Fiorentina“.

Il ragazzo è felice quindi di aver scelto Firenze e la Fiorentina?
“Jordan è contento della scelta fatta in estate, aveva avuto un’esperienza negativa fuori dalla Francia, in Premier League (una stagione all’Aston Villa ndr), ma quando l’ho chiamato per dirgli che la Fiorentina lo voleva non ha esitato e mi ha detto: ‘Andiamo subito!'”.

C’erano anche altre offerte sul tavolo? 
“Sì, avevamo altre offerte ma abbiamo preferito la Fiorentina“.

Jordan ha già segnato due volte, si è dato un obiettivo in termini di gol e presenze?
“Il suo primo, grande, obiettivo, aldilà dei gol o del numero di presenze, è quello di diventare un centrocampista completo e di rendere ad alto livello per la Fiorentina“.

Si aspettava da subito leader della Fiorentina e soprattutto in questo ruolo da mezzala nel centrocampo viola?
“Io mi aspetto sempre molto da lui perché ha un grande potenziale e un’ottima mentalità per approcciare il calcio. Ha sempre giocato in tante posizioni diverse sulla mediana ma gli piace molto questo ruolo. Poi è mister Pioli a decidere ciò che è meglio per lui e per la squadra”.

La qualificazione in Europa League è un obiettivo realistico per Jordan e i suoi compagni?
“Il raggiungimento dell’Europa League mi sembra un traguardo complesso per una Fiorentina che ha cambiato così tanto. anche perché la Serie A è un campionato di alto livello. Però di tempo ce n’è ancora tanto da qui a fine stagione e la qualificazione ancora non è fuori portata per la squadra viola”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Michele da Milano

    Questo è uno dei tre giocatori buoni comprati da Corvino. Tre su 30 è una buona media

  2. intanto testa a vincere a ferrara, non ci possiamo concedere ulteriori passaggi a vuoto!!

  3. Bravo… La penso proprio come te… Il problema è che se non cambiano le cose il procuratore quanto stará a dire che Jordan ha molte richieste, è un giocatore ambizioso, il puntare a vincere un trofeo, ecc, ecc…

  4. Di lui, oltre alle doti atletiche, tecniche e tattiche, mi piace molto il fatto che quando la Fiorentina perde lui esce dal campo sempre dispiaciuto e deluso: questo è un indice di serietà e attaccamento al lavoro che fa e alla squadra per la quale lo fa

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*