Proteste contro la società e incitamento ai giocatori, tutto a suon di striscioni…FOTO

striscione fiesole

Quindicesimo circa del primo tempo, in Curva Fiesole vanno in scena proteste all’indirizzo della Fiorentina, intesa come società, e anche incitamenti alla squadra e ai giocatori. Tutto a suon di striscioni che sono quattro: “Mandate Pradè, ma la vostra faccia dov’è?”, “Basta fairplay ora o palla o gambe”, “Ventimila abbonati meritano rispetto. Innamorati della maglia e non del vostro progetto” e “11 guerrieri col coltello tra i denti Vogliamo una squadra di combattenti”.

striscione fiesole

© RIPRODUZIONE RISERVATA

46 commenti

  1. Sempreviola , bè se Alonso ha giocato bene le due azioni più pericolose sono arrivate dall’avversario che doveva coprire Alonso , ma la colpa non è di Alonso ma di chi ha fatto un mercato dove si cede in prestito un difensore che non sarà stato Baresi ma almeno era un centrale di ruolo e non è stato sostituito e Sousa giuoco forza deve fare con quello che possiede.

  2. Che cattivoni quelli della Fiesole è bisognerebbe tutti linciarli per i leccavalle , peccato che poi siano quei cattivoni che hanno scritto gli striscioni ad andare in trasferta e seguire sempre la Fiorentina , quelli che le criticano magari le trasferte le vedono in TV .

  3. Il loro progetto. ..e la nostra vergogna. …se quardiamo indietro tutti i nostri campioni nelle altre squadre mi fa una rabbia. ….

  4. DV VIA DA FIRENZE SEI UN FALSO COME ROG NON AVETE PIÙ CREDITI

  5. ma perche date spazio a questi che lo fanno solo per essere qualcuno
    quando nella vita non sono nessuno
    giornalisti fate il vostro lavoro

  6. C’è anche da dire che:
    -Una società coi debiti la potrebbe comprare solo un idiota.
    -Pradè è stipendiato dalla Società, non vedo perché non dovrebbe mostrare la faccia.
    -L’allenatore non ci è stato assegnato a sorte come i cavalli nel palio di Siena; qualcuno lo ha scelto o mi sbaglio?
    – 20000 persone hanno deciso di abbonarsi a prescindere ed il rispetto si ottiene coi risultati alla fine e non prima di cominciare.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*