Provocatori e avvocati

Salah Sampdoria

Non c’è dubbio che le ultime ore siano state molto movimentate sul caso Salah. Da una parte c’era il signor Ramy Abbas (ovvero il legale che segue gli interessi dell’egiziano) che ha pubblicato una serie di tweet, quantomeno dal tono provocatorio, che hanno avuto il solo risultato di alimentare polemiche e far aumentare a dismisura il disprezzo del popolo viola nei suoi confronti e verso il suo assistito. Dall’altra il meeting di Londra dal quale emerge sempre di più la convinzione che questa faccenda sia sempre di più una faccenda della quale parleranno d’ora in poi gli avvocati e i tribunali. La Fiorentina ritiene di aver diritto ad un risarcimento economico. E se qualcuno non glielo darà, al limite non resterà che rivolgersi al TAS di Losanna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

14 commenti

  1. Che vada a ……….

  2. Ma il bello sai dov’è?se si dimostra il mezzo giocatore che penso sia tra 3 anni qualcuno lo richiamerebbe in viola vedi jovetic lijaic etc…

  3. Ma chissenefrega!

  4. Sarebbe anche ora di finirla con l’amplificare notizie irrilevanti (tweet provocatori, foto di allenamenti eccetera): oramai siamo alle carte bollate e che parli il diritto. Si, ma a questo punto si vada fino in fondo (all’ONU se necessario), senza mediazione nei confronti dell’atleta e di chi lo consiglia: zero pietà per salah. Nei confronti delle società coinvolte (Roma, Chelsea o altre che saltassero fuori), prevarrà la politica, perché con quelle ci devi convivere per i secoli a venire e magari toccherà farci altri affari.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*