Pugno di ferro per calmare la piazza. Chiarezza e credibilità le parole d’ordine

Andrea Della Valle sorridente. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

I Della Valle devono reagire per spiegare chiaramente a tutta Firenze il loro reale progetto. Non possono restare nell’ombra, senza aprirsi e parlare al pubblico. Importante, in questo momento, sarebbe che i due fratelli, uniti insieme, parlassero chiaramente ai tifosi viola, spiegando le loro intenzioni per il presente e per il futuro di una Fiorentina che in questa stagione ha perso molti consensi. Mai scordarsi che la credibilità del club dipende proprio dai risultati delle loro azioni: principio causa-effetto.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

20 commenti

  1. il foglionco di piano di mommio

    allora riepiloghiamo: la Fiorentina sono due anni che è in mano ad un advisor svizzero per curarme la vendita,finora non ci sono inerlocutori che hanno soddisfatto le richieste della proprietà,proprietà che ha stimato la vendita intorno ai 200 ML,che poi analisti di mercato stimino il valore attuale della viola sui 120 ML è tutto da dimostrare,inoltre io stimo una mia proprietà secondo il “mio” metro di giudizio e se come molti affermano che il brand “FIRENZE” è di grande attrattiva internazionale,il valore di ACF FRENTINA può solo lievitare.Se ancora non ci sono compratori accreditati,ciò porta ad un’inevitabile conclusione,quella tiratela voi, io la mia l’ho già dedotta da tempo

  2. Ha ragione s69 è una questione di sproporzione fra prezzo di vendita e reale valore della società.

  3. Non è questo il problema. Forse non mi sono fatto capire. Voi accusate i DV di essere venuti a Firenze per farsi pubblicità gratis e quindi guadagnarci sopra (leggi plusvalenze ed altro) perché il brand Firenze è eccezionale. Niente da obiettare: Firenze come città vale più di Torino e Milano, ma non è sufficiente. I cinesi se fiutano l’affare, sai che che problema gli crea spendere 300 per una cosa che ne vale 150? Evidentemente non è così, il calcio a Firenze non gli garantirebbe il ritorno economico. E anche il discorso che i DV non vogliono vendere, essendo così attaccati al denaro, come sostenete sempre, se qualcuno si presentasse con 250 o 300 mil, la viola gliela incartano pure. Ma se di sceicchi e cinesi neanche l’ombra, che senso ha continuare con la solita solfa. Loro almeno hanno fatto qualcosa (molto hanno sbagliato), ma i vs. amici fiorentini (ricchi) si sogno squagliati come neve al sole, quando ce n’era bisogno. O no!

  4. Bravo minatore mi sembri sempre più il Fantozzi viola
    Cmq la risposta giusta l ha detta fradiavolo é inutile trovere un compratore quando la società non mette il cartello vendesi e nemmeno gli acquirenti sono dei coglioni a comprare la fiorentina più di quanto costa

    La stessa cosa vale x il discorso stadio!! Che appeal ha la fiorentina x dare 420 milioni?? 0
    Trofei vinti in 16 anni: 0
    Campioni che attirano la gente:0
    Squada dal gioco spettacolare:0

    Il braccino Diego Della Valle continua a non capire che x fare i guadagni che lui vuole deve fare una squadra competitiva e vincente allora si che arrivano anche i guadagni se fai una squadra x fare le plusvalenze nessuno verrà mai a investire 420 milioni x un allevamento di giocatori

  5. Minatore, una società che i proprietari valutano 220 milioni, mentre gli advisor incaricata di stimarla, la valutano 120 milioni, è in vendita ???
    Te pagheresti una Panda 20.000€, o un quotidiano 3€ ???

  6. Minatore , chi te l’ha detto che non c’è nessuno che voglia comprare l’oracolo c’è mai stata la Fiorentina in vendita no visto che lo stesso Gnigni ha detto poco tempo fa che le quote non sono sul mercato e ammesso e non concesso che vendano e vogliano 200 ml mi dici chi spenderebbe 200 ml per una società che fattura 140 ml , te compreresti un auto che vale di mercato 10 e il proprietario per venderla te ne chiede 20 , i cinesi e gli arabi hanno i soldi ma non sono scesi giù con la piena .

  7. Rispetto la tua eloquenza. E’ vero I Della Valle hanno famiglia. Bisogna avere pazienza e dobbiamo dare fiducia. E sono d’accordo che il calcio e’ un passa tempo per alcuni, e in un certo senso anche per me, se ci fosse o no, la qualità della vita non cambierebbe. Il problema è che ci sono migliaia di persone che vedono le cose in modo diverso, e bisogna rispettarle. I DV devono capire che comprare la Fiorentina porta a delle responsabilità verso una città e i suoi tifosi. I tifosi vogliono una squadra competitiva e i padroni devono rispondere alle richieste. Che messaggio ha indirizzato la proprietà ai tifosi negli ultimi anni? Non tratta i propri giocatori e procuratori con risprtto, non vuole comprare un terzino destro; non da segni di conoscenza, passione, credibilità, competivita. Tutte virtù basilari per sopravvivere in un luogo come Firenze. Ma la cosa più mortale e’ la mancanza di trasparenza e il sognare.

  8. Sì ch'io fui sesto tra cotanto senno

    Paura di ritornare a spalare la neve a Gubbio eh ?!

  9. Bravo Minatore, non avrei saputo essere più preciso e chiaro.

  10. Semplicemente i Della Valle sono persone che si occupano della gestione di una società. Poi la mentalità vostra è giusta perché è giusto criticare, ma non ci dobbiamo scordare che anche loro hanno delle famiglie da mantenere e degli operai da stipendiare. Lo sport dovrebbe rappresentare soltanto un passa tempo e un modo per ritrovarsi tutti insieme nel fine settimana. Però la mentalità italiana è quella di”guarda quello lì; guarda quello là”, oppure “vincere, vincere, vincere”. Si osserva troppo quello che fanno gli altri, senza pensare a noi stessi e a quello che possiamo dare e fare noi. Tanto so già che cosa risponderete, ma vi invito comunque ad una leggera riflessione. Grazie e scusate se posso essere stato offensivo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*