Questo sito contribuisce alla audience di

Punto di partenza

Le aspettative per la gara contro l’Hellas Verona erano alte, a causa soprattutto del risultato delle prime due partite di campionato e di una classifica che lasciava la Fiorentina all’ultimo posto in classifica. La banda di Stefano Pioli ha risposto presente, sfoderando sul prato del ‘Bentegodi‘ una prestazione assolutamente positiva che ha fatto gioire tutti i tifosi presenti sugli spalti e chi ha guardato la partita da casa. Approfittando degli errori di Nicolas in occasione dei primi due gol, la Fiorentina ha di fatto chiuso la partita con la rete di capitan Astori e da lì in poi la strada è stata tutta in discesa. E’ chiaro che non si può passare da un estremo all’altro: le prime due partite avevano dato un’impressione completamente diversa rispetto alla gara contro l’Hellas. La verità sta probabilmente nel mezzo, anche se questa Fiorentina giovane e compatta deve ancora dimostrare quali sono i margini di miglioramento e fino a dove può spingersi. In conclusione, la partita contro il Verona deve essere un punto di partenza di un gruppo di giocatori e di un tecnico che vogliono diventare grandi assieme.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. Ho letto sui siti i commenti dei giornalisti e dei tifosi, ho sentito i commenti sulle radio e ho notato una generale euforia per la vittoria di ieri pomeriggio. Mi sono sinceramente stupito e anche un po’ rattristato pensando a quanto poco ci vuole edesso per accontentare i tifosi Viola. Basta una vittoria contro una squadra modestissima, per far intravedere sogni e voli pindarici. Ecco, a me sembra che non ci siano molti motivi per gioire, la squadra è e rimane scarsa (ovviamente rispetto al blasone della Fiorentina) e soprattutto lontanissima dalle migliori 5 o 6 squadre di serie A. Resto ancora molto critico con la proprietà, con la dirigenza e con Corvino, per una campagna acquisti che reputo confusa e parecchio mediocre, che ci ha lasciato senza un terzino decente, senza un centrocampista di personalità e con un attacco parecchio leggerino, oltre che con un portiere che deve ancora dimostrare il suo valore.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*