Questo sito contribuisce alla audience di

Qual è il vero Sportiello? Mostruoso contro il suo passato ma poi…

Dopo i primi mesi di ambientamento, Marco Sportiello si è preso la porta della Fiorentina, preferito da Pioli a Tatarusanu che poi se ne è andato: il suo rendimento fin qui è stato un po’ altalenante, con un picco assoluto e diverse prestazioni “così così”. Di certo c’è che il numero 57 deve migliorare il suo gioco coi piedi perché i rinvii finiti direttamente fuori sono decisamente troppi; sull’atteggiamento tra i pali invece i trend è contrastante, anche all’interno della stessa gara. Domenica ad esempio Sportiello è stato superlativo su Dzeko nel primo tempo e su Defrel nel finale, ma qualche dubbio lo lasciano il secondo gol di Gerson e quello di Perotti, sul suo palo sebbene da distanza ravvicinata. Il portiere mostruoso finora lo abbiamo visto solo contro l’Atalanta, dove c’era anche un surplus di motivazioni per lui, da ex e contro Gasperini, la speranza è che il suo rendimento possa avvicinarsi sempre più a quella serata che non all’incertezza delle ultime uscite.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

11 commenti

  1. domenica ne ha combinate a parte il 1 gol imparabile su gli altri mamma mia sul 3- 2 di manolas poi non esce a un metro dalla porta sul 2-1 di gerson e il 4-2 di perotti preso gol sul suo palo coi portieri si era abituati bene toldo frey neto ma ora che tristezza .

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*