Questo sito contribuisce alla audience di

Quando Macia condivise il nome di Pezzella con Corvino. L’argentino ha messo in panchina un uomo da otto milioni di euro

La partita di sabato scorso ha messo in mostra tutte le qualità, offensive e difensive di German Pezzella. Quello del difensore argentino, scrive La Repubblica, è un nome che da una vita è sul taccuino di Eduardo Macìa. L’ex dirigente della Fiorentina lo condivise con Corvino prima del cambio di passo e dell’allontamento di quest’ultimo. Un’operazione, l’arrivo in prestito con diritto di riscatto, favorita dal fatto che il Betis Siviglia è una società “amica”. Piccini gli è stato “lasciato”, e loro ci hanno fatto una bella plusvalenza cedendolo in Portogallo.

Pezzella poi sognava da tanto di venire a giocare in Italia. Suo fratello Bruno lo ha preceduto, giocando in Serie D, nel Messina. Gli è bastata una sola partita per rubare il posto a Vitor Hugo, non uno qualsiasi, perché è stato pagato la bellezza di otto milioni di euro dalla società viola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. Giochetto la penso propio come te

  2. Con questi non bisognerebbe condividere nemmeno una malattia.

  3. Gioca chi merita. Non si deve guardare al prezzo.

  4. E se la prendevano con Gonzalo….poeri bischeri

  5. NOI DA SOCRATES IN POI SI SON SEMPRE PRESI O SCARSI O GRULLI…

  6. Claudio di Ferrara

    Purtroppo devo darti ragione. Impresentabile anche in nazionale. La vera coppia sarà pezzella milenkovic

  7. Lasciamo a Vitor Hugo il tempo necessario per l’ambientamento e potremo assistere all sostituzione di Astori. Ho cominciato a contare le cappelle del nostro capitano e constatato che non sono inferiori a quelle di Tomovic.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*