Quei due là davanti fanno ben sperare. Ma l’assetto difensivo è un disastro

Giuseppe Rossi fermato in malo modo dagli avversari. Foto: LF/Fiorentinanews.com
Giuseppe Rossi fermato in malo modo dagli avversari. Foto: LF/Fiorentinanews.com

Premessa d’obbligo: le partite estive contano il giusto e sicuramente il Bayer Leverkusen, squadra di spessore, è probabilmente più avanti rispetto ai viola come condizione fisica anche se è un particolare questo difficile da asserire in senso assoluto.

Fatta la premessa proviamo ad analizzare lo stesso l’incontro coi tedeschi che ha fatto vedere alcune cose. In primis, è piaciuta sicuramente l’azione del gol, con Rossi illuminante nel mettere, di prima intenzione, Kalinic solo davanti al portiere. Visti così, questi due fanno ben sperare e sicuramente possono giocare assieme. Complessivamente è da salvare anche la prestazione di Tatarusanu, che ha preso un gol sul proprio palo, è vero, ma ha anche fatto tre interventi pregevoli che hanno limitato il passivo.

Ed eccoci alle dolenti note. In generale diciamo che la fase difensiva è ancora un disastro. Gli avversari dalle fasce entrano che è un piacere. Basta un semplice taglio ed ecco che sono davanti al portiere. Ma anche nel mezzo i viola coprono poco. Per non parlare dei calci piazzati e lì il discorso è forse ancora più grave. Serve gente, è evidente questo fatto, ma serve anche maggiore filtro a centrocampo perché talvolta gli avversari riescono a fare anche molti metri da soli prima di essere affrontati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

39 commenti

  1. Aldilà dello scarso valore delle partite estive di preparazione direi che la Fiorentina è ancora piuttosto ACERBA, soprattutto in difesa.
    L’annosa questione del difensore da acquistare è ancora in piedi da l’anno passato.
    In questo modo si và poco lontano…

  2. maurizio firenze

    mi fa una rabbia sconfinata vedere attaccare solo la proprieta che ha grandissime colpe ,ma assolvere al 100×100 Sousa che ne ha in egual misura, e inconcepibile…bisognerebbe dare a cesare quel che di cesare…la societa deve prendere la situazione in mano ,Esonerare il sola portoghese Sousa e nel frattempo fare degli acquisti mirati dove serve,se no contestazione dura ..a tutti ,uniti, allenatore proprieta tutti dentro, che sono tutti colpevoli ..se no la retrocessione e matematica. se non succedera questo,.ognuno continuera nella guerra personale ..allenatore contro societa …societa contro allenatore tifosi contro della valle tifosi pro e contro Sousa –e la Fiorentina affondera..i fondo alla classifica …sperando non in b…

  3. E’ da vent’anni (almeno) che chi si è avvicendato alla guida tecnica dei Viola, ha dimenticato il vecchio, sano, fondamentale principio del “primo: non prenderle!”.
    Tutti dimostrano di avere gli occhi più grandi della bocca, ingolositi dai tre punti in caso di vittoria. Pensiamo prima a non prenderle, chè se abbiamo una forte difesa può bastare un gollettino per vincere.

  4. @ Alessandro
    Risposta corretta ed assolutamente equilibrata.

    Però è anche vero che uno spirito critico non puo mancare e non dovrebbe mai mancare almeno in qualche altra fase.

    Come è possibile che il massimo della contestazione arrivi e si concluda con qualche striscione appeso fuori dallo stadio, magari pure divertente, ma talmente inutile da essere solo ridicolo e patetico.

    Come è possibile che allo stadio si debba arrivare sempre alle ultimissime partite di campionato per abbozzare qualche (patetico) coro di contestazione contro i DV perché comunque si devono attendere i risultati prima di contestare.

    Manca totalmente la capacità di capire gli eventi e di anticiparli, se poi ci mettiamo anche la questione che qualunque cosa accada gli abbonamenti vengono fatti anche se in squadra si fanno giocare tutte bucce … boh!!!!!!!

  5. Ma perchè non proviamo a giocare in 10 senza tomovic. Subiamo sempre gol per colpa sua o di altri giocatori condizionati dal suo errato posizionamento. Per cui se proprio non abbiamo nessuno da far giocare al suo posto giochiamo in dieci.

  6. Paolo
    Sono d’accordo con te, ugualmente io l’abbonamento l’ho fatto perché io tifo per la fiorentina, e fare l’abbonamento non vuol dire necessariamente sostenere i Della Valle
    Peraltro nel bilancio complessivo della società penso che la biglietteria (abbonamenti compresi)
    stia al di sotto della quota del 10%
    Questo per dire che fare o non fare l’abbonamento non è che sposta di molto gli equilibri economici di una squadra di serie A
    Certo è un segnale di apprezzamento o meno del l’operato della stessa ma non in senso assoluto perché le componenti che concorrono a questa scelta sono molteplici, per prima come già detto, l’amore per la propria squadra a prescindere da una società molto lacunosa molto permalosa molto antipatica e da un allenatore molto sfavato

  7. Scaldarsi tanto per delle sconfitte estive mi sembra un pò esagerato.
    Tanto si sà che vincere in estate difficilmente è un buon presagio.

  8. Spfl@optonline.net

    Tattoo hc ma per piacere vai a dormire che il tuo commento non ha nessun senso. La classe di Pepito la puoi solo sognare. Grazie redazione per spiegarglielo

  9. Spfl@optonline.net

    Marius concordo 100% con te. Come fa questo pseudo allenatore a non vedere le giocate straordinarie dì Pepito?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*