Questo sito contribuisce alla audience di

Quella giusta differenza che ha fatto saltare il banco

Secondo Tuttosport il motivo per il quale non si è concretizzato lo scambio Isla-Savic è dovuto da differenze di valutazione: la Juventus voleva fare l’affare praticamente alla pari (semmai mettendoci su giusto 1 o 2 milioni in più) mentre la Fiorentina pretendeva circa 7 milioni oltre al cileno per privarsi del montenegrino. I margini per la trattativa non c’erano, anche perchè oggettivamente il classe 1991 viola giustamente ha un valore ben più alto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA