Questo sito contribuisce alla audience di

Quella minaccia della Fiorentina alla Spal: “Vi mandiamo in B”

Il calcio presenta corsi e ricorsi storici e anche aneddoti tutti da gustare. Quest’oggi ne racconta uno particolare La Nuova Ferrara, relativo a Spal e Fiorentina che tra l’altro si affronteranno alla ripresa del campionato di Serie A.

L’ultima sfida diretta tra queste due squadre fu giocata il 5 maggio 1968 e finì 2-0 per i viola. Ma su quel match incombeva la promessa di alcuni giocatori gigliati: “Vi facciamo retrocedere”.

Ma come mai questo? La risposta alla domanda la fornisce Gigi Pasetti, ex grande giocatore della Spal: “Il lunedì (22 aprile 1968; ndr) giocammo contro il Napoli, vincendo 4-1 e qualificandoci per la finale (per la conquista del titolo italiano De Martino, in sostanza il massimo campionato giovanile dell’epoca, una sorta di vero e proprio torneo riserve ndr). Appunto contro la Fiorentina, che affrontammo il giovedì, sempre a Salsomaggiore. Gara difficilissima, loro avevano gente come Superchi, Merlo, Chiarugi, Ferrante, Esposito, Brugnera, tutti ormai in prima squadra… Anche per noi era così, con i vari Cipollini, Pomaro, Palazzese, Bertuccioli, Rizzato, de Bernardi. E c’ero anch’io. Al 90’ eravamo 0-0…Non c’erano i rigori, solo i tempi supplementari. Il presidente Paolo Mazza non voleva che la partita si prolungasse, perché la domenica (il 28 aprile 1968; ndr) eravamo attesi da un fondamentale confronto casalingo con l’Atalanta e, appunto, molti di noi giocavano già in prima squadra. Così, Mazza ci invitò a commettere un fallo da rigore prima dello scadere del match, proprio per evitare i supplementari. Ma noi non lo ascoltammo, volevamo vincere. E andammo all’extra time. La gara però non si sbloccò. Il verdetto, come usava all’epoca, fu affidato al lancio della monetina. La sorte ci fu amica, vincemmo noi. Campioni d’Italia, con merito. Giocavamo un gran calcio. Quelli della Fiorentina, però, non la presero bene. Per niente. Ricordo perfettamente. Uscendo dal campo ci gridarono: “Vi facciamo retrocedere!”. Il riferimento era alla partita che di lì a poco si sarebbe giocata a Firenze, in campionato, in serie A”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. È. SI ORA SONO QUESTE LE NOSTRE PARTITE DI CARTELLO…PURTROPPO!!!! GRAZIE DELLA VALLE!!!!!….BUFFONI ANDATEVENE.

  2. Per la scuadra che abbiamo Bisogna stare attenti anche alla Spal. Grazie Della Valle

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*