Questo sito contribuisce alla audience di

QUELLA VOLTA CHE…Baggio disse: “Vado via perché costretto a farlo ma sarei rimasto alla Fiorentina”

Foto: Robertobaggio.com

In un momento in cui un giocatore importante e giovane come Federico Bernardeschi sta per passare dalla Fiorentina alla Juventus, possiamo tornare indietro di qualche anno per parlare di un episodio simile, anche se molto più eclatante perché riguardante un campionissimo e non un ottimo calciatore. Era il 18 maggio 1990 quando Roberto Baggio annunciò il suo passaggio da Firenze a Torino scatenando il finimondo nel capoluogo toscano. Le sue parole furono amare e ricche di affetto verso i sostenitori della Fiorentina che cercarono di trattenerlo in tutti i modi: “Ho sperato fino all’ultimo che questa vicenda potesse avere un esito diverso, per i tifosi viola. Vado via perché sono costretto a farlo. Rimanere a Firenze fino alla scadenza del contratto? Ho già vissuto sette mesi terribili e un altro anno così non l’avrei sopportato”. Queste le frasi principali che vennero fuori nel corso di una conferenza stampa che si tenne a Modena in quel giorno maledetto.

Anche allora le reazioni furono diverse. Molti ovviamente presero le parti di Baggio, credendo alle sue parole, e dando contro alla famiglia Pontello, allora proprietaria della Fiorentina che fu costretta anche a cedere la mano di lì a poco perché il clima era diventato invivibile. Altri però attaccarono il giocatore accusandolo di essere un traditore. Tutti però dovettero unirsi a Baggio quando, al ritorno al Franchi per la prima volta da avversario, il Divin Codino si piegò e raccolse una sciarpa viola alla sua uscita dal campo. In quel momento lì furono solo applausi per un grande campione che ha regalato sprazzi di classe assoluta e cristallina in maglia viola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

25 commenti

  1. Siiiii anche questo aveva la pistole alla tempia ma se uno non vuole andare non va . Antognoni docet.

  2. Uffa, è una settimana che rompete con questo Baggio, sono cose accadute nel secolo scorso, adesso basta, parlate di cose piu interessanti.

  3. Merrere a confronto Baggio e Bernardeschi, e’ come la m… a e la cioccolata, il biondino si e’ montato troppo la testa, gli auguro una carriera nella gobbentus come Neto.

  4. Ma bastaaaa

  5. Sciacquati la bocca

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*