Questo sito contribuisce alla audience di

QUELLA VOLTA CHE…Tutto lo stadio gridò “Schwarz!”

Stefan Schwarz è stato uno di quei giocatori che non ha suscitato un grandissimo entusiasmo quando è arrivato a Firenze via Arsenal. Eppure Cecchi Gori lo pagò 7 miliardi di lire (3,7 milioni di euro circa) che nel 1995 non erano certo roba di poco conto, specie se si parlava di un centrocampista arrivato con credenziali di grande grinta e poca tecnica.

In realtà ci siamo accorti solo dopo averlo visto giocare che lo svedese era uno di quegli elementi assolutamente indispensabili all’interno di una squadra e che tra l’altro anche tecnicamente ci sapeva fare, eccome. Non segnava molto (due reti in Serie A, una in Coppa delle Coppe con la maglia della Fiorentina), ma sapeva essere un idolo per tutto quello che faceva in campo e il coro che gli aveva dedicato la Fiesole era qualcosa di maledettamente semplice, ma assolutamente d’impatto e spaventoso. “Schwarz!” il grido ritmato che partiva dalla Curva e che riusciva a risuonare all’interno dello stadio.

Ma il 17 ottobre 1996 successe qualcosa di memorabile. La Fiorentina allenata da Claudio Ranieri giocava in casa contro lo Sparta Praga l’andata del secondo turno di Coppa delle Coppe. Schwarz ricevette al limite dell’area un calcio d’angolo battuto sulla destra del fronte d’attacco e lasciò partire un siluro al volo finito direttamente sotto la traversa. Un attimo dopo partì il coro, lo stesso urlo di battaglia, cantato però da tutto lo stadio, ma proprio tutto. Un momento magico come raramente se ne vivono allo stadio. Per la cronaca quello era il gol del 2-0, ma la partita finì 2-1 per i viola (di Batistuta e Siegl le altre marcature).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

18 commenti

  1. Grande Stefan!

  2. Gran giocatore,ma leggere commenti tipo”togliere la passione”mi scappa da ridere…anche in quell’anno o anni dopo veniva contestata la squadra,ricordo anche i cori contro Ranieri…ah la memoria del tifoso è proprio corta

  3. Sono indeciso a chi paragonarlo tra i nostri campioni di oggi, milic? Oliveira? tomovic!!!!
    Tristezza……. Vergogna…..

  4. Già… peccato se nn si vendeva era scudetto

  5. Claudiomiche

    Berni ti ricordi?

  6. Schwarz che ricordi!!!Era una belva!!!!!

  7. Bei tempi. Lui se li mangerebbe i nostri giocatori attuali! Che nostalgia…poi sono arrivati i bugiardi che con i loro progetti del …… sono riusciti a toglierci la passione… che tristezza!!!

  8. Ero in Fiesole quella sera, mi ricordo il coro ritmato da tutto lo stadio…che giocatore, faceva reparto da solo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*