Quelle colonne d’Ercole insormontabili

Diego AndreaDellaValle Grande

Sono passati esattamente due anni da quando la Fiorentina dei Della Valle vide sfumare la possibilità di alzare il primo titolo come prima squadra, perdendo 3-1 all’Olimpico contro il Napoli in un match ritardato dalla tragedia di Tor di Quinto e la morte di Ciro Esposito. Una proprietà che non è riuscita mai ad andare oltre quelle colonne d’Ercole (in Europa una semifinale di Europa League ed una della fu Coppa Uefa, i numerosi quarti posti che non vanno certo in bacheca e che ormai non fanno più preliminari di Champions League). Se vincere in Italia è difficilissimo e a Firenze lo è ancora di più per tanti motivi, la possibilità relativamente meno difficile di vincere un trofeo è quella dell’Europa League (se non siamo riusciti ad arrivare terzi quest’anno chissà quando ricapiterà ndr) che poi fa accedere alla competizione europea più prestigiosa. Basta non trovare però il Siviglia di turno o rinforzarsi con la ‘sòla’ Benalouane gentilmente impacchettataci da Ranieri e accettata di buon occhio da una dirigenza che naviga a vista.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Non c’è vento favorevole per chi non sa dove andare!

  2. Per completare quanto scritto da S69: quando una società fa quel tipo di discorsi, dimostra che per loro il risultato sportivo non conta nulla, bensì è di primaria importanza soltanto il risultato economico.
    In queste condizioni noi tifosi possiamo sognare, spendere, tifare, discutere, etc., ma sarà totalmente inutile perché tanto loro – gli stramaledetti ciabattini – hanno uno scopo diverso dal nostro.

  3. Cognigni disse in tempi nn sospetti “vincere la coppa Italia è una rimessa economica …”, più recentemente ha detto che la qualificazione Champions poteva portare a sbilanci economici. Oggettivamente ha ragione (è indiscutibile che i proventi di una coppa Italia, nn coprono le spese dei “premi a vincere”, e che partecipare ad una Champions, comporta un allargamento dell’organico molto oneroso), ma va detto che IL PRODOTTO che commercializza L’AZIENDA FIORENTINA, dovrebbe essere volto a vincere. Se te commercializzi un nuovo gratta e vinci, dove nessuna delle cartelle che vendi, contiene un premio, si potrebbe addirittura configurare l’ipotesi della FRODE IN COMMERCIO.

  4. Tello do io il bilancio

    Navigare a vista sarebbe già qualcosa…ma questi sembrano arenati su uno scoglio a tre metri dalla riva, altro che navigare!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*