QUESTIONE BADELJ PRIORITA’ ASSOLUTA DA RISOLVERE. SOUSA DEVE TORNARE AD ILLUMINARE IL GRUPPO. SERVE UN TERZINO DESTRO: ECCO IL MIO NOME

Bernardo-Brovarone

Sousa si trova alle prese con varie problematiche che riguardano diversi giocatori. Il portoghese deve fare in modo di farli rendere al meglio e sfruttare le loro potenzialità. Se la Fiorentina a gennaio avrà disponibilità, serve un esterno di fascia destra, pungente, che sappia fare le due fasi, di lunga percorrenza. Anche un centrocampista giovane da inserire nella rosa, potrebbe fare davvero comodo. E se dovesse arrivare un’offerta per Babacar va ceduto senza discussioni.

Una questione che va risolta per il futuro è quella del portiere: è necessario un salto di qualità fra i pali; Tatarusanu ha dato anche di più di ciò che si creda e racconti, ma è il momento di investire in questo ruolo. Un portiere con personalità e grande carisma è essenziale per la difesa e per tutta la squadra. Anche un laterale sinistro di qualità, a mio modo di vedere, farebbe comodo, ma è un altro discorso da affrontare a fine stagione. Se uscisse Badelj, naturalmente servirebbe un centrocampista importante. Si tratta però di operazioni delicate ed importanti, difficili da fare durante il mercato invernale. In considerazione del suo contratto, è difficile che parta, ma se arrivasse un’offerta vera, potrebbe andare via sicuramente. Chi gioca in quel ruolo deve essere al 100%, Badelj attualmente è una problematica che va risolta, e se si va per le lunghe, si rischia anche grosso.

Si è parlato di Zampano per la fascia destra: è cresciuto molto, per ora una bella sorpresa, ha qualità, ma alla Fiorentina serve un giocatore internazionale, di rilievo, e ce ne sono tanti nel mondo: un investimento importante, un calciatore esperto. Il mio sogno per la fascia destra è Mario Fernandes, brasiliano ex-Gremio, ora al Cska Mosca. Se dovessi investire su un calciatore italiano invece, andrei dritto su Conti. In mezzo al campo, Mandragora della Juventus, sarebbe perfetto per la Fiorentina. Si potesse costruire un buon rapporto e prendere questo ragazzo sarebbe ottimo: queste sono le operazioni che deve tornare a fare la società viola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

17 commenti

  1. Il caso di Tello che NON può fare tutta la fascia è emerso chiaramente anche nella partita di Udine, dove l’ 1-1 è arrivato su una sua accelerazione degli ultimi metri e non perché si è fatto una corsa di 80 metri. Ha saltato l’uomo sul breve e ha servito Babacar.

    In sintesi, se io uso una Ferrari ( Automobile stupenda)
    per fare un rally di montagna, mi volete dire voi cosa combino?!?!?!?!?!

    Che a Corvino gli piaccia Sousa non ci posso credere neanche se lo dovesse scrivere davanti ad un notaio.

  2. @ Alessandro, Toscana,
    ok, magari hai ragione te su Berna, ma io continuo a nutrire forti perplessità sulle sue capacità. Aspettiamo questo campionato e vediamo …
    … ma con questo allenatore, che conosce un solo, ribadisco UN SOLO, tipo di gioco si va da pochissime parti. Dopo un anno e mezzo mi sento di affermarlo con assoluta sicurezza … se poi questo piccoso di Sousa sa giocare solo se gli comprano ESATTAMENTE i giocatori che vuole lui, allora Sousa si dovrebbe ricordare che questo non succede neanche nella Juve.

  3. Alessandro, Toscana

    Paolo 1 per una volta sono d’accordo con te, tranne sul fatto di Bernardeschi, che secondo me è come Tello un attaccante esterno che può fare anche il 3/4 ista ma fargli fare tutta la fascia ne limita alla fine le potenzialità, può farlo per un pò come soluzione temporanea ma non continuare a fargli fare il terzino, l’ala l’attacante esterno(destra o, meglio, sinistra) e poi chiedergli di segnare, e qui non c’entrano le qualità tecniche ma i limiti fisiologici del corpo umano soprattutto nel calcio moderno, veloce, tecnico e molto fisico, che ti spompa a bestia!
    Per il resto tutto ok!

  4. AceBati, hai ragione ho scritto una bischerata su Oliveira.
    Comunque il problema con Milic non è da poco. Il croato è un giocatore MOLTO modesto e non sa crossare! Oliveira sarebbe da provare con più costanza, sebbene sia perfettamente consapevole che Sousa ormai vede solo chi gli pare a lui … e Milic non è Maldini e neppure molto meno di Maldini, pertanto Oliveira potrebbe tranquillamente essere provato … ma così non sarà!

    Sul fatto che Bernardeschi e Tello devono adattarsi a ruoli non loro (come se fosse una retrocessione) ti ricordo che anche Antognoni partì come ala (quando aveva 18 anni) e ne ha fatti di kilometri in zone del campo che non erano “sue”, pertanto non capisco proprio questa “inadabbilità” al ruolo di Bernardeschi.
    Conclusione: Bernardeschi non è così “intelligente calcisticamente” come Antognoni, pertanto ridimensionerei MOLTO le aspettative su questo giocatore.

    Su Tello invece è impensabile fargli fare tutto il campo come pretende Sousa. Tello questo non lo fa! Pertanto se vogliamo farglielo fare a tutti i costi ok, ma prendiamolo per quello che fa e accontentiamoci.

  5. Ma credete che Zampano sia superiore a Dicks? Io sono convinto che se lo avesse fatto giocare con continuità a quest’ora avremmo un esterno destro di tutto rispetto. Occorre avere il coraggio di puntare sui giovani e Sousa è tutto tranne che un coraggioso.

  6. Se sono giocatori buoni costano..se sono rotti costano poco..se scarsi ancora meno..la società viola che è ricca di entusiasmo e di ambizioni spesso li prende rotti e che siano anche scarsi..AMEN

  7. Paolo ma oliveira é un terzino sinistro ed é stato provato. Gioca nel suo ruolo quando vince il ballottaggio con Milik o il croato deve rifiatare.
    Come esterni destri siamo scoperti e Bernardeschi o Tello devono adattarsi al ruolo.

    Riguardo a badelj dalle prime parole del procuratore andava presa una posizione ufficiale ora o accetti che si svaluta giorno per giorno o lo perdi a 0 ma devi decidere se nel tempo lo tieni da spettatore non pagante o da passeggiatrice come in questi mesi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*