Questo sito contribuisce alla audience di

Questione di ritmo

Si può dar ragione anche ragione a Pioli, la squadra deve continuare a crescere e deve quindi avere le condizioni e il tempo che serve. Quello che appare però ancora inspiegabile a molti è in che modo la Fiorentina prima della fine di ottobre sia riuscita a vincere tre partite di fila, senza stare a guardare il calibro dell’avversario, per poi ritrovarsi così immobile e appannata in campi come quelli di Crotone e Ferrara. Il primo tempo contro la Roma è stato buono e giocato in modo molto intenso, ma dopo la sosta per le Nazionali e infortuni a parte ci si aspettava di più a livello di ritmo,e  così contro la SPAL non è certo stato. Resta questo uno dei misteri di questa parte iniziale di stagione dei viola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*