Rampulla: “Capisco l’amarezza di Sepe, ma ha sbagliato a metterla in piazza con i social network. Pradè ha dato un bel segnale”

Michelangelo Rampulla, ex secondo portiere della Juventus, ha commentato a Radio Bruno Toscana il caso Sepe: “E’ comprensibile l’amarezza di non aver giocato, ma metterlo in piazza con i social network lo ha fatto passare dalla parte del torto. In casi del genere deve essere il campo a parlare e a dimostrare il valore dei giocatori all’allenatore durante gli allenamenti. Capisco lo stato d’animo di Sepe, ma ha sbagliato il modo. La replica della Fiorentina, affidata a Pradè, mi è sembrata un bel segnale da parte della società per mantenere saldi gli equilibri dello spogliatoio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Non si tratta di amarezza, ma di imbecillità arrogante. Se questo induviduo non fosse un imbecille si sarebbe reso conto di essere troppo scarso per giocare una partita come quella di ieri sera e in genere dovrebbe baciare ogni volta il posto in panchina dove Paulo Sousa posa il sedere.

  2. Albertoviolaclubroma

    Ma io non caplsco se stava al Napoli pensava di giocare? Vogliono andare in grosse squadre dove però c’è già un titolare solo per guadagnare di più. Se voleva giocare rimaneva a Empoli.non ha trasmesso niente il caso neto?

  3. Perché’ fate parlare questo gobbo *******?
    La spiegazione è semplice: essendo stato uno storico secondo portiere, può capire meglio di noi cos’è passato nella testa di Sepe. La Redazione

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*