Ravanelli a FN: “La Fiorentina può essere il nuovo Verona, deve ambire al titolo. Complimenti a Sousa, ha fatto esperienza per il mondo a differenza di altri…”

Sousa Milan 3

Una stagione sorprendente quella della Fiorentina, che Fabrizio Ravanelli ipotizza anche dalla conclusione prestigiosa, un po’ come accadde negli anni ’80 al Verona di Bagnoli. L’ex attaccante bianconero, nelle sue parole a Fiorentinanews.com, fa anche i complimenti all’ex compagno Paulo Sousa.

Come si spiega l’ottima stagione viola?

“La Fiorentina sta giocando un grande calcio, sicuramente è la squadra rivelazione perché sta sorprendendo un po’ tutti. Aldilà del lavoro di Montella, che ha lasciato buone basi, però ora Sousa sta facendo una stagione strepitosa. Frutto di una buona programmazione e buoni acquisti, ottiene risultati tramite il gioco, che è cosa sempre gradita ai tifosi della Fiorentina ed agli amanti del bel calcio”.

Sousa e Kalinic, chi è il vero uomo in più?

“Un giocatore non fa mai una squadra, aldilà di tutto penso che scegliendo questo giocatore abbiano operato bene, ai risultati poi non si arriva mai tramite un solo giocatore. I risultati che invece stanno arrivando hanno alla base un bel lavoro da parte di Sousa ma anche della società. E’ sempre un mix di tutti questi fattori”.

Questa Fiorentina può tenere testa anche ad una Juve in grande rimonta quindi?

“La Fiorentina deve avere ambizioni da scudetto, sennò non si cresce e non si vince mai. Nelle partite finora ha dimostrato tanto e non vedo perché affrontando la Juve debba sentirsi ridimensionata. Non è che solo perché non ci si attendeva che potesse lottare al vertice, non debba poter ripetere quello che ha fatto il Verona negli anni ’80. E’ una squadra che gioca bene, sta vincendo le partite meritatamente, non l’ho mai vista uscire dal campo con punti in più rispetto a quanti ne meritasse”.

Un giudizio sul Sousa uomo, da ex compagno te lo aspettavi allenatore a questi livelli?

“Che fosse un giocatore di personalità si sapeva, ne aveva da vendere. E’ uno che quando aveva ed ha un’idea lottava in tutti modi per raggiungerla. E’ andato in giro per fare esperienza ed ora è sbarcato in Serie A. Tanto di cappello a quelli che come lui sono andati in giro a fare esperienza, senza avere la strada spianata come a tanti succede”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. L’mi paesano s’è rivisto e corretto nei giudizi sulla Fiorentina, forse qualcuno gli ha suggerito che non conviene mai mettersi di traverso nei confronti di una società che va’ x la maggiore come qual’è la Viola, ci si può sempre aver bisogno… anche perché il calcio è pieno di ruffiani, tu guarda Ciccio Graziani! (che è molto che non si sente) è tifoso della Roma della Fiorentina e del Torino, a seconda di dov’è l’organo d’informazione che lo intervista.

  2. Ma io, a sentire nuovo Verona, mi offendo. La Fiorentina ha vinto scudetti, coppe Italia, una coppa europea, arriva puntualmente tra le prime 5, che c’entra con il Verona, bellissimo, ma meteora di Bagnoli?

  3. Spero anch’io che non porti male, le lodi sperticate sono pericolose anche se nel caso non mi sembrano di circostanza. Credo comunque che un risultato simile lo potremmo ottenere solo potenziando pesantemente la rosa per sopperire al gravoso dispendio di energie di un intero campionato di vertice.Vedremo se la Ditta questa volta smentirà se stessa e si frugherà in tasca. Oltretutto più che una spesa sarebbe un investimento e se non lo sanno loro che sono imprenditori,dobbiamo insegnarglielo noi?

  4. Michele da Milano

    Se lo dice lui mi tocco per scaramanzia

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*