Reja: “Il 3-5-2 di Montella? Io lo usavo anni fa. Poi sono arrivati lui e Conte e tutti a dire che è un modulo rivoluzionario”

image

Ad ottobre Edy Reja compirà 70 anni. Ma a quest’età l’attuale allenatore dell’Atalanta non ha ancora voglia di mollare, ma vuol contribuire a mantenere ancora in A la formazione nerazzurra. E fa capire anche di essere un tecnico sottovalutato: “L’inizio è stato complicato – ha detto Reja a La Gazzetta dello Sport – tre pareggi di fila e qualità di gioco abbastanza scadente. Avevo scelto il 3-5-2 perché l’Atalanta subiva troppi gol. E’ un modulo che conosco bene, l’usavo a Napoli in B e qualcuno diceva che era roba vecchia. Poi sono arrivati Conte e Montella e di colpo il 3-5-2 è diventato rivoluzionario… Col Sassuolo siamo passati al 4-2-3-1, abbiamo trovato risultati importanti pareggiando a Roma, Napoli e in casa con la Lazio. L’evoluzione si è completata col 4-3-3″.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. Ricordo il Mago Helenio Herrera dopo aver vinto tutto con la grande Inter di Suarez, Mazzola, Corso, Picchi, Sarti, Facchetti ecc, andò alla Roma e disse: datemi 11 giocatori qualsiasi e vi farò rivedere la grande Inter. Ma al posto dei campioni sopracitati aveva buoni giocatori come Spadoni, Ginulfi, Bet, Santarini ecc, iniziò il campionato alla grande x 7-8 giornate fu in testa alla classifica a Roma parlavan di scudetto già vinto ma finirono ottavi o noni. E così finì la leggenda del Mago.

  2. Segue. …gli allenatori profeti e pseudo innovatori. L’allenatore bravo è quello che sfrutta e fa rendere al meglio i giocatori che ha facendoli giocare nel loro ruolo e non per es Cuadrado terzino o 2° punta. Se togli CR7 ad Ancelotti, o Messi e Neymar al modesto Luis Enrique, diventeranno degli allenatori normali. Persino la grande Olanda di Cruyff e il suo gioco totale non erano una novità, perchè quel modulo l’aveva già fatto anni prima Corrado Viciani con la Ternana. Ridicoli.

  3. E STI CASSI!!!!!!?

  4. Allora se Conte lascia, Reja in nazionale

  5. Ha ragione. Nel calcio è stato inventato tutto da tempo e nn c’è più nulla da scoprire. Mi fan ridere quelli come Sacchi che se nn aveva un Milan stellare nn avrebbe mai vinto una cippa. Ma lui chiamò il contropiede ripartenza e fu considerato un grande innovatore, anche se in Nazionale a USA 94 faceva giocare Signori (il capocannoniere degli ultimi 2 campionati) terzino e mediano, dimostrando che di calcio nn capiva una se..
    Da sempre le grandi squadre le fanno i grandi calciatori e non …..

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*