Rendimenti e ingaggi: alla ricerca del miglior rapporto qualità prezzo

Finito il 2015 è arrivato il momento di fare un bilancio su quelli che sono stati i rendimenti di alcuni giocatori in questa prima parte di stagione, e soprattutto se hanno soddisfatto le aspettative generali visto che alcuni di loro hanno un ingaggio molto più elevato rispetto ad altri. In questo senso, al terzo posto della classifica di chi non ha reso al meglio fino ad ora nonostante percepisca un certo stipendio, c’è Jakub Blaszczykowski. L’esterno polacco, arrivato in prestito dal Borussia Dortmund, fino ad ora ha collezionato 7 presenze in campionato realizzando un gol, e giocato tre gare in Europa League, per poi fare forfait fino ad adesso a causa di un infortunio. Va detto che quando è stato impiegato in campo si è sempre comportato piuttosto bene, ma per cercare una riconferma Kuba deve tornare ad essere quello di una volta e giustificare così il suo ingaggio di 1,3 milioni di euro. Al secondo posto ci poteva essere Giuseppe Rossi se il suo contratto non fosse stato ritoccato a settembre, poiché è vero che Pepito è il giocatore viola che guadagna di più al momento (2,4 milioni), ma stando alla nuova modifica questo può avvenire solo se realizza un certo numero di bonus legato alle presenze e reti siglate. La seconda posizione la assegniamo quindi ad Ante Rebic, che ha giocato da poche partite deludendo purtroppo le aspettative e realizzato una sola rete. Il suo stipendio è di 600.000 euro all’anno, cifra che può non sembrare importante, ma lo può diventare se si pensa che è la stessa guadagnata dai titolarissimi Alonso e Tatarusanu. Al primo posto troviamo Mario Suarez, che con 8 presenze in Serie A, un gol segnato e 4 comparse in Europa League guadagna al momento 1,8 milioni a stagione. Ancora forse non è il momento per dare giudizi definitivi su di lui, ma il mercato di gennaio ci dirà di più in questo senso. Andiamo adesso a stilare la graduatoria di coloro che invece, guadagnando decisamente meno di altri, hanno reso molto di più. Cominciamo da Federico Bernardeschi: l’esterno di Carrara ha un ingaggio pari a 800.000 euro, e fino a qui ha disputato 20 gare tra campionato e coppe partendo quasi sempre da titolare, giocando sempre ad alti livelli, e segnando pure una bella doppietta al Basilea. Davvero niente male. E che dire di Nikola Kalinic? Il suo ingaggio è di 1,1 milioni, ma la sua doppia cifra raggiunta a suon di gol importantissimi per la classifica della squadra in campionato gliene rendono totalmente merito. Ma al primo posto sul podio c’è Matìas Vecino, diventato titolare fisso in questa prima parte di stagione del centrocampo di Paulo Sousa grazie alle sue qualità, ed è da sottolineare che al momento è uno degli elementi della rosa gigliata che guadagna meno di tutti, ovvero 400.000 euro annui. Quando si pensa ad un ottimo rapporto a qualità/prezzo non si può fare a meno di fare riferimento a lui…!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Rinnovare ad Alonso a qualsiasi cifra, a giugno poi lo vendi e coi soldi ricavati ne pigli uno sicuramente non inferiore, ne è pieno il mondo di Alonso. Babacar per me si può anche vendere in Inghilterra, dove pagano bene, avrà anche mezzi illimitati (io francamente non li vedo) ma quando cammini in campo, sei lento nei movimenti, e hai 0 cattiveria agonistica non andrai mai da nessuna parte… prenda esempio dal Berna, che si mangia l’erba quando scende in campo.

  2. Si ma la cifra di 2 milioni la si è raggiunta sempre perche’ la società dorme sia chiaro non perché ne vale davvero

  3. Alonso non merita 2 milioni, ma a giugno lo vendi e prendi quei 7-8 milioni. Se non lo rinnovano sono degli imbecilli nella dirigenza viola!!!

  4. Premesso che Kalinic prende 1,3 min vorrei sottolineare due situazioni. Babacar prende 1,5 min ( il doppio di Bernardeschi è più di Kalinic) mentre Alonso se dovesse rinnovare ( sono molto pessimista che avvenga) firmerebbe per un totale di 2 min di euro. Cifra imbarazzante per un giocatore di quel livello tecnico.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*