Renzi: “Batistuta ci ha fatto esultare e godere ovunque. Quando segnò con la Roma ci stava male per quel gol”

Il presidente Cognigni con il premier Renzi. Foto: LF/Fiorentinanews.com
Il presidente Cognigni con il premier Renzi. Foto: LF/Fiorentinanews.com

Nel giorno del conferimento a Gabriel Omar Batistuta della cittadinanza onoraria di Firenze è stato intervistato su Italia Uno, all’interno della trasmissione Tiki Taka, il presidente del consiglio e tifoso della Fiorentina, Matteo Renzi, che ha raccontato sul bomber argentino: “E’ stato per tanti di noi un punto di riferimento straordinario e per me anche un simbolo di un calcio che non c’è più. Ai miei figli direi che è stata una bandiera, uno di quelli che oggi nel calcio ci sono sempre meno. Batistuta è stato capace di farci esultare e godere ovunque: a Firenze segnando ripetutamente e poi andando alla bandierina a fare la mitraglia ma anche negli stadi più importanti al mondo, al Camp Nou quando azzittì tutti dopo un gol straordinario Batistuta è stato strepitoso, anche quando ci ha lasciato. Dopo aver realizzato un caterva di reti con la Fiorentina, si giocò Roma-Fiorentina e segnò lui, finì 1-0 per la Roma: non esultò e sembrò quasi ci stesse male per quel gol”.

Infine qualche parola sul rapporto viscerale che lega Firenze e il campione argentino: “Batistuta è stato anche e soprattutto un uomo che ha voluto bene a Firenze e Firenze è arrivata al punto di dedicargli una statua – dice Renzi – credo che sia un rapporto straordinario che, nella giornata del conferimento della cittadinanza onoraria, trova il compimento più bello”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. E comunque confermo, il “grande tifoso viola” brandisce la maglia “sammontana” 95/96 dicendo che si tratta di quella 98/99.
    Manco due minuti per accertarsene?

  2. Sono d’accordo che quando Batistuta centrava lo specchio dlla porta x i portieri erano dolori, però io ricordo bene quel gol che ci fece a Roma, non vorrei dire una cavolata può darsi che mi sbgli ma su quel tiro Toldo non fu all’altezza della sua fama

  3. si, credici!

  4. possibile che non ci si possa rilassare in pace che debba sortì fori quel surrogato di duce a rovinarmi la Viola.
    Tra l’altro mi tocca pure rivede il video perché da lontano sembrava avesse la maglia sbagliata

  5. Michele da Milano

    Batistuta era e resterà un ricordo. Questa Fiorentina non è più in grado di avere giocatori di quel livello e se per caso ne trovasse uno buono dopo due anni lo venderebbe. La scusa è il FPF la verità è che i Della Valle non vogliono più spendere per vincere qualcosa

  6. Anche lui,un simbolo per Firenze calcistica,e’ riuscito a farci un gol,tanto per non smentire la tradizione.E’ incredibile.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*