Rialti: “Credo nei miracoli, la squadra deve farlo per i tifosi. Ma contro l’Empoli…”

La partita di giovedì contro il Siviglia ha un valore importante. Non solo per provare a ribaltare le sorti della qualificazione, ma per ridare orgoglio al popolo viola ferito dopo il doloroso 3-0 incassato al Pizjuan. Parole di Alessandro Rialti, interventuto a Radioblu: “Aspetto il ritorno, faccio parte di quel ridotto gruppo di persone che aspetta ancora il ritorno. Credo ai miracoli e mi aspetto qualcosa di molto diverso, ci credo. Giovedì prossimo dobbiamo provare orgoglio a vedere la prestazione della Fiorentina, non come è stato a Siviglia. In modo che parte della rabbia possa svanire”.

“Gara d’andata? Il primo tempo della Fiorentina mi è piaciuto, anche se abbiamo fatto errori molto gravi sotto porta. Anche l’arbitro ha commesso sbagli gravi. Ma il secondo tempo è stato tremendo, la squadra presa a pallate, un disastro. Molto male sugli esterni. A destra abbiamo sofferto, Badelj non ha tenuto un pallone, Alonso sembrava terrorizzato. Gomez? C’era e non c’era, nel senso che era in campo, ma non si è fatto notare. Joaquin? Schiumava di rabbia”.

“Derby? Mi auguro di trovare un Empoli appagato e felice per la salvezza. La speranza è quella di far risultato, ma non sarà facile”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA