Questo sito contribuisce alla audience di

Ricchi un po’ meno ricchi e poveri un po’ meno poveri. La possibile rivoluzione del ministro Lotti

La coreografia prima di Fiorentina-Juventus del 24/04/16. Foto: LF/Fiorentinanews.com

La rivoluzione che annuncia la proposta di legge del ministro Lotti sta nelle quattro righe che spiegano come si intende distribuire dalla prossima stagione il 20% dei diritti televisivi, cioè la nuova quota riservata al “radicamento sociale”, oggi “bacini d’utenza”, delle venti società di A. “… è determinata sulla base del pubblico di riferimento di ciascuna squadra, tenendo principalmente in considerazione il numero di spettatori paganti che hanno assistito dal vivo alle gare casalinghe disputate negli ultimi tre campionati”. Come spiega un interessante inchiesta su La Gazzetta dello Sport, per capire la portata rivoluzionaria di questo passaggio, basta confrontarlo con la ripartizione attuale: il 30% riservato ai bacini di utenza viene assegnato per il 5 alla popolazione residente e per il restante 25 con un criterio che mette insieme le ricerche degli istituti demoscopici e i dati Auditel sui tifosi. Tanto per citare chi guadagna di più e chi meno, nella scorsa stagione alla Juventus è spettato circa il 26%, all’Empoli poco meno dello 0,6. È evidente come eliminando i bacini e utilizzando solo i dati del botteghino, seppure per una quota dei ricavi totali inferiore (si scenderebbe dal 30 al 20%), di colpo si ridurrebbe il divario tra le grandi e le piccole. Magari non tanto con i toscani (peraltro oggi in Serie B), certamente con un club come, ad esempio, l’Atalanta, cui oggi spetta l’1,49% della quota riservata ai bacini di utenza, percentuale che aumenterebbe a poco meno del 4% sulla base delle circa ventimila presenze allo stadio che fanno registrare i nerazzurri di Gasperini. Mentre la percentuale spettante alla Juventus crollerebbe a meno del 9%. Veramente Impressionante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 commenti

  1. Dare i soldi uguali a tutti come funziona all’estero.

  2. Quello è vero…
    Però non è neanche giusto che la LAZIO prenda 8 milioni di € in più solo per la “Popolazione” residente nel Comune dove gioca la squadra…
    Cosa sono tutti tifosi?
    Tutti Laziali?

    Stessa cosa ROMA!
    Ma sono tutti sia tifosi della Roma che della Lazio!
    Noi prendiamo 1 milione di €!!!

    Alcuni odiano il calcio, alcuni non sono tifosi, altri tifano altre squadre ed altri ancora tifano una sola delle due!!!

    Poi i bacini tifosi il TOP…la Juve 50 milioni, Inter e Milan 30 milioni, Napoli 20 milioni, Roma 17 milioni mentre Fiorentina e Lazio 8 milioni!!!!

  3. Claudio di Ferrara

    Peccato che la Lazio abbia persone competenti nei posti giusti. Il contrario di noi. D’altronde se si premia corvino anche il tifoso più scemo forse capisce la situazione

  4. Io non credo verrà MAI approvato…

    Lotti ieri ha affermato che si passerà dal 40% (oggi uguale per tutti) al 50%.

    Del 30% destinato sulla base dei risultati sportivi, il famoso 10% determinato per i risultati dalla stagione 1946/47 ad oggi verrà TOLTO, il 30% sarà suddiviso soltanto sulla stagione corrente, passata ed ultimi cinque anni.

    Il 20% restante (perché 10 andranno uguale a tutti) come ha scritto sopra la Redazione…
    Non più su bacini alla ***** di cane!!!!

    P.S.
    Il NAPOLI “grazie ai bacini” rispetto a noi prendono circa 15 milioni di €, la ROMA circa 17 milioni di € mentre la LAZIO circa 8 milioni di €!!!!
    Alluncinante!!!

    Senza quei soldi dati senza senso la LAZIO guadagnerebbe poco meno di noi o al massimo come noi!!!!
    La differenza con ROMA e NAPOLI sarebbe al MASSIMO 9 milioni a loro favore!!!!

  5. Ovviamente non sarà mai approvata. Tanto alla massa di pecoroni italioti che tengono per le strisciate va bene così.

  6. Diventerebbe un campionato più equilibrato, più interessante e probabilmente incrementerebbe il diritti televisivi e porterebbe più persone allo stadio perché come insegna il calcio inglese o l’nba > equilibrio c’è > interesse si crea. Che gusto c’è a guardare un evento sportivo (sorvolando sull’onestà arbitrale) di cui si sa già il risultato?

  7. Sarebbe una grande cosa pero’ se vincono sempre le stesse squadre,faranno sempre piu’ tifosi e il bacino d’utenza naturalmente va dalla loro parte.Si crea un circolo virtuoso sempre per le stesse e un circolo vizioso per le altre.E’ come un cane che si morde la coda e poi,signori,il fiume……va al mare,”purtroppo”mi vien voglia di dire.Ben venga questa proposta di legge.L’Empoli o chi per esso non potra’ mai permettersi un Buffon o un Dibala o un Higuain e allora come fara’ a vincere?non importa se non vince,tanto viincera’ la Juve o chi per essa,chi se ne frega dell’Empoli di turno.Ironia a parte,quella del nostro calcio e’ una brutta situazione tendente sempre alla disonesta’ perche’ il tutto nasce da sistemi disonesti.

  8. Il campionato italiano acquisterebbe competitività e di conseguenza sarebbe più appetibile anche all’estero con maggiori entrate. Ma è una mossa talmente ovvia e intelligente che non sarà fatta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*