Ricordate Mammana? Ora il prezzo è lievitato, ma potrebbe arrivare lo stesso in Italia…

Ricordate Emanuel Mammana? Ebbene sì, colui il quale è stato davvero vicinissimo a vestire la maglia della Fiorentina a gennaio, salvo poi rimanere al River Plate perché i Della Valle non hanno dato l’assenso al suo acquisto alle condizioni concordate tra il club argentino e Angeloni che era andato in Sud America a chiudere la trattativa. A parte questo, La Gazzetta dello Sport scrive stamani che il ventenne centrale difensivo ora ha una valutazione che supera i 10 milioni di euro, ma nonostante questo prezzo importante potrebbe per davvero arrivare in Italia: su di lui il Napoli sarebbe in assoluta pole position per contatti già presi qualche mese fa. L’Inter, comunque, monitora il ragazzo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. caro Lorenzo tu sei un altro che ti bevi tutto quello che ti danno…. ti hanno fatto credere che avremmo preso mammana poi al momento di sborsare i soldi 10 milioni circa si sono tirati indietro perchè altrimenti non chiudevano in positivo, avremmo centrato la champions, non potevano vendere i gioielli quest’anno ma investire ulteriormente(vedi dichiarazioni di andrea della valle su acquisto gomez:”è stato un massacro”). Ragion per cui la colpa fu data ai procuratori e presidente(leggi le loro dichiarazioni: ” mai una società di calcio si è comportata cosi dopo 50 anni di calcio”)…. ma tu bevi bevi difendi difendi io mi rassegno perchè l’intelligenza ci perde con l’ignoranza (vedi calcio vedi politica)

    ti saluto Lorenzo bevi bevi
    Sul fatto che non sia arrivata l’autorizzazione da Della Valle per chiudere l’affare Mammana siamo certi di quello che scriviamo. Redazione

  2. Caso Mammana. A mio avviso quel poco signore non va più preso in considerazione in quanto Lui, o chi per Lui, non sono persone affidabili. Con 10 milioni si può acquistare almeno due giocatori, giovani, ed altrettanto abili e magari Italiani.
    Buona giornata. Lorenzo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*