Riganò: “La maglia della Fiorentina va sempre onorata e rispettata. Baba ora deve dimostrare”

Christian Riganò, ex attaccante della Fiorentina, a Radio Bruno parla così del momento dei viola e anche di qualche giocatore che sembra un po’ indolente in campo: “Bisogna onorare una maglia importante come quella della Fiorentina, anche se non c’è Diego Della Valle in tribuna. Quella viola è una maglia che va rispettata anche perché è il lavoro dei giocatori a prescindere dalla presenza o meno del presidente. Non conosco bene Sousa ma non mi sembra uno nato ieri e non credo che non abbia mai spronato Babacar. Bernardeschi è cambiato, è maturato, Babacar no, è ora che dimostri qualcosa. Se un allenatore non ti coinvolge, o non parla con te allora vuol dire che non conti più niente, com’è successo a me quando alla Fiorentina c’era Zoff. Non mi ha mai fatto giocare”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Com’è che uno dei più forti centravanti che io abbia visto giocare nella Fiorentina sia stato tenuto ai margini da zoff per me era un mistero allora e tale rimane ancora oggi. Ricordo che riganó in quel periodo ebbe persistenti problemi per un infortunio ma a parte quello pareva che zoff non lo vedesse proprio. Di buono c’è che i tifosi viola ne hanno riconosciuto il valore (parliamoci chiaro: fino dalla C2 la Fiorentina se la caricarono sulle spalle lui e di livio) e gli vogliono bene sinceramente.
    P.S.: se avesse fatto il proprio interesse infischiandosene di quello della Fiorentina (come ha fatto qualcun altro di recente) forse avrebbe giocato pure i mondiali con la nazionale, e invece scelse la Fiorentina e, cosa ancor più importante, senza farlo mai pesare.

  2. L’opinione di un generoso e di un grande come Riganò l’accetto volentieri (altro che romeo er mejo gatto del colosseo) perchè è un uomo di calcio, perchè la vita se l’è sudata sia in campo che fuori e usciva dal campo con la maglia sempre zuppa di sudore.
    Ma come Zoff (che anche lui non era nato ieri o l’altro ieri) sbagliò a non farti giocare e a non parlare con te, anche perchè si rischiava la retrocessione (pure per le note Calciopoline vicende) e un bomber come te serviva come il pane.
    Ma anche Sousa sta sbagliando con Baba (e non solo) mettendolo ai margini, facendolo giocare poco e fuori ruolo e da solo in attacco.
    Baba ha le sue caratteristiche e Sousa le sta snaturando come fa e ha fatto con Berna e Rebic per es.
    Se al posto di uno dei tanti inutili dirigenti ci fossi tu, sapresti far maturare, crescere e trasmettere grinta e senso di sacrificio (senza mandarli in prestito per anni) a tanti nostri giovani, Baba compreso, ma non so se il portoghese gradirebbe, perchè è un pò presuntuoso, dovrebbe ammettere che ha torto e ne uscirebbe ridimensionato, lui e le sue alchimie tattiche che sfruttano al peggio i giocatori, specie i giovani.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*