Questo sito contribuisce alla audience di

Riscatto Valdarno Volley: Annichilita l’ex capolista

Vittoria, vittoria, vittoria, vittoria, vittoria. Un 3 a 2 strameritato. Una grande reazione di squadra era attesa dalle ragazze di Barbara Biagi e così è prontamente avvenuto. A volte la migliore medicina è una sconfitta senza attenuanti. La sconfitta nel derby ha fatto bene. Nessun timore contro la capolista, solo voglia di sorprendere. Nel primo set è una vera battaglia giocata punto a punto. In evidenza Rondini che dopo pochi scambi entra al posto di Mancuso e viene immediatamente chiamata in causa da Ranieri. La giovanissima neroceleste mette a terra palloni medicinali e la partita è bellissima. Quando Tani mura il 17 a 17 il Pala san Biagio è una bolgia, si percepisce aria d’impresa.  Valdarno Volley e San Mariano ‘camminano’ punto a punto. Sul punteggio di 19 a 21 per le ospiti momento di blackout collettivi con tanti errori gratuiti danno un break importante alle avversarie che hanno cinque palle set a disposizione. La grinta neroceleste rimette tutto in gioco ma il neo acquisto Paolini chiude il set con una belle diagonale 23 – 25. La partita è giocata alla pari.  Secondo set come il primo cuore e grinta sono i cocktail che portano il Valdarno Volley sul 6 a 1. Bellissimo il pallonetto di Tani che infiamma i tifosi ma poi un clamoroso errore arbitrale rende ossigeno a un agonizzante San Mariano. Tutto da rifare. Il prima vantaggio ospite arriva con una Piattella al servizio che porta la propria squadra sul 11 a 10. Ma in questa partita il Valdarno Volley oltre il cuore ha testa: Agresti prende tutto e Puccini scalda il polso, 15 a 12. Match non adatto ai cardiopatici, volley spettacolo. Rondini del ’93 gioca da veterana, tutto è possibile. Il finale è tutto neroceleste, il 25 a 16 finale è ‘bugiardo’, la differenza di punteggio doveva essere più ampia, perfette. Parità. Ambrosi ci porta in vantaggio anche nel terzo, si gioca in una torcida. Lee Van Cleef non aveva lo sguardo di capitan Ranieri nei suoi film, concentrato di classe e grinta. Si gioca sul filo dei nervi e su ogni palla si lotta per conquistare il punto. Le due squadre giocano a ‘viso aperto’, Il Valdarno Volley non sembra essere intimorito. Un altro errore arbitrale dà un piccolo vantaggio alla capolista, vantaggio che non sarà più colmato 20 – 25. “Comunque vada sarà un successo”…tutta la squadra crede nell’impresa, primi scambi intensi, 9 a 6. Bellissima la fast di Tani e un primo tempo di Ranieri. Purtroppo non riusciamo a rimediare alla battuta di Piattella che ci paralizza con un ‘5 a 0’ che riporta avanti San Mariano. Il bel gioco e la grinta ci regalano il 18 a 15, l’emozione fa riportare le nostre avversarie sul 18 – 17. Tratteniamo il fiato. Alla terza palla set Rondini ha la palla buona ma il muro dice ‘no’. 28 a 26 conquistato grazie a una fast fuori di Caneva, set non meritato ma strameritato. Nessuna sugli scudi, la squadra è stata sugli scudi. Al Tie-break punto su punto, poi Tani con un tocco di prima esalta la squadra e pubblico 8 a 6. Gelo nelle file ospiti. Un ace del capitano mette le ali al Valdarno Volley 12 a 9, le nerocelesti sono un panzer. Rondini la più piccola chiude 15 a 12. Questa volta hanno vinto le più forti…chapeau

© RIPRODUZIONE RISERVATA