Questo sito contribuisce alla audience di

Rivoluzione viola

Che fosse una finestra di mercato rivoluzionaria ce lo aspettavamo. Gli ultimi due anni con Paulo Sousa avevano lasciato troppi strascichi all’interno dello spogliatoio e l’aria che tirava nei dintorni di Viale Manfredo Fanti non era delle migliori. Il diktat della società era noto a tutti: sfoltire il tetto ingaggi e ripartire da zero con un tecnico italiano capace di ricreare un gruppo motivato. Per lo sfoltimento del tetto ingaggi, il direttore Pantaleo Corvino é uno dei migliori, e vendendo o svincolando alcuni big (Borja Valero, Bernardeschi e Gonzalo Rodriguez su tutti) é riuscito allo stesso tempo ad abbassare notevolmente gli ingaggi e a raccimolare un “tesoretto” da reinvestire per ripartire. Siamo a Ferragosto ed ancora i partenti non sono stati rimpiazzati adeguamente. Sono arrivati i vari Eysseric, Veretout, Hugo, Gaspar e Benassi, ma ancora non c’é stato il colpo che scalda il cuore dei tifosi. Nelle prossime ore ci sará probabilmente l’ufficialitá dell’arrivo del Cholito Simeone che, vista l’imminente partenza di Kalinic, arriverà a lottarsi il posto da centravanti con Babacar. A Pioli peró serve ancora qualcosa e Domenica c’é la trasferta a San siro contro l’Inter. Adesso mancano 15 giorni alla fine del calciomercato, 15 giorni in cui Pantaleo Corvino cercherá di concludere la rivoluzione estiva.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. Il problema è di parlare di cifre ipotetiche..per sentito dire..rimango della mia idea non voglio avere a che fare con i….. grazie..non ho fatto nomi…FV

  2. E no caro Re Leone , prima dici che non farai più dichiarazioni con i nemici della Fiorentina e si deduceva che ti riferivi a me . Fra l’altro sarei nemico della Fiorentina o degli imbecillì che dicono ca….. volate? Non sei stato chiaro; e poi continui a insinuarti nei miei post con obiezioni da puro incompetente di eco mia. Accetto lezioni da chiunque di calcio perché in Italia ci sono 50 milioni di allenatori,ma per l’economia gradirei parlare con un mio pari , almeno laureato con qualche esperienza aziendale.

  3. Gabriele Lecci . E da cosa lo determini il Bugget delle spese per i giocatori.? Da quale cassa lo detrai,?

  4. Poi ci sono i contabili che fanno i conti immedisimandosi nella proprietà..e si sono convinti di essere i proprietari…poveri noi..FV

  5. Pagano il doppio perche hanno un budget superiore al nostro!

  6. Leggo , non soltanto qui, ma anche in tanti interventi di tecnici calcistici la dichiarazione ” ma come ora i soldi ci sono perché non si prende questo o quello? Come se il comprare giocatori consistesse solo nel costo d’acquisto. Come stai è notorio c’è il costo annuo del giocatore che viene poi, chissà perché sempre indicato al netto che rappresenta solo il 50% del reale . Questo è oggi il problema. Là dimensione del business Fiorentina non sopporta costi superiori a 3 milioni cioè 1,5 milioni al
    Netto. Oggi solo i giocatori di seconda fascia accettano questo stipendio. Juve inter Milan Roma Napoli pagano mediamente il doppio. Quindi ?????

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*