Questo sito contribuisce alla audience di

Rossi: “A Gilardino si era spenta la luce e ho dato parere positivo alla cessione. Voglio lavorare solo con gente motivata”

Il tecnico della Fiorentina, Delio Rossi, parla per la prima volta nel nuovo anno: “Gilardino? Quando sono arrivato ho visto in lui come se si fosse spenta la luce. Lui mi ha sempre dato la disponibilità, ma ho dato il mio parere positivo alla cessione. E’ giusto tenere un giocatore importante che ha qualche disagio? Gli abbiamo dato la possibilità di estrinsecare le sue qualità da un’altra parte. Qui non dobbiamo accontentare la piazza prendendo un centravanti qualsiasi. Se prendiamo uno funzionale al progetto bene, altrimenti preferisco lavorare con quello che ho. Io ho scelto come punto di arrivo, non come tappa di passaggio. Vorrei che tutti i giocatori che ho e che arriveranno pensino che Firenze sia un punto d’arrivo. Voglio lavorare con chi pensa di avere un futuro nella Fiorentina. Ho fatto tanti cambiamenti, siamo d’accordo con la società che non starà con le mani in mano”.

Rossi: “Ecco che caratteristiche deve avere il nuovo attaccante. I Della Valle non si vogliono disimpegnare”

Rossi: “Non servono tanti attaccanti per fare gol, ma ancora non ho trovato la soluzione giusta”

Rossi: “Vi spiego perchè Montolivo gioca. Chi cerca i soldi vada a Dubai”

Foto: LF/Fiorentinanews.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

10 commenti

  1. Delio, bisognerebbe che tu allenassi anche la Dirigenza e ci parlassi come hai fatto con Gilardino, perchè di gente a cui si è spenta la luce ce n’è a sfare………

  2. nemmeno la bolletta dell`enel vogliono pagare piu` i della valle. s`e` spenta la luce a un mare di gente in viola. a silva non si e` mai accesa, de silvestri, lazzari, munari e cerci sono nel buio totale. vediamo di accendere le luci d`emergenza senno` si va in B.

  3. a gilardino la luce gliela fatta spengere la società.
    si vendono i giocatori seri e si tengono quelli che la serietà non sanno
    neanche dove stà di casa, oppure la trovano solo dopo le due di notte.

  4. la franci di orvieto

    In effetti i vari Montolivo, Lazzari, Vargas, Kharja, Cerci e compagnia cantando trasudano entusiasmo da ogni poro… comunque qualcuno prima o poi mi spiegherà perchè un giocatore che viene bollato come “demotivato”, a cui gli “si è spenta la luce”, è rientrato da quel brutto infortunio a tempo di record, e si è rimesso a disposizione pur non avendo completamente recuperato… oppure perchè la scorsa stagione era sempre regolarmente in campo anche con un ginocchio malconcio, e non ha saltato una partita che sia una pur essendosi allenato poco e male durante la settimana…
    A me non mi pare che gli si possa rimproverare scarso attaccamento alla maglia, o scarsa professionalità, in una squadra dove in questi mesi se ne sono lette e sentite di tutti i colori non credo che sia Gilardino quello che non abbia portato rispetto per i nostri colori.

  5. Mah??’ a parte Antognoni e Riva …di giocatori non mercenari,non ne ricordo altri….ci sono giocatori come Totti e Del piero che sono legati alla maglia ..ma con contratti FARAONICI…i giocatori non nascano mercenari,ma,lo diventano via via che diventano bravi..inevitabilmente ..questo tipo di “calcio romantico “non esiste PIù .. dire che vogliamo solo giocatori che sono attaccati alla maglia (utopia)…è già una forma di ridimensionamento…METTIAMOCELO IN TESTA!!!

  6. Siete tutti dei provinciali perdenti. non avete la minima idea di cosa significa trasmettere lo spirito vincente che si ha dentro dalla nascita. Razza di falliti pagati per romperci dalla mattina alla sera.
    Via i perdenti da firenze!!!

  7. Pienamente d’accordo con DELIO!

  8. Lasciamo lavorare Delio che s’è preso una gatta da pelare mica male … se dovesse far giocare solo quelli motivati vanno in campo i pulcini …

  9. Michele da Milano

    Ma c’è gente che è motivata in squadra???? Ovviamente non mi riferisco a Munari, ma ai giocatori che contano….

  10. Grande delio onoriamo questa maglia. Via i mercenari da Firenze!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*