Rossi e Chiesa: il binomio tra presente e futuro

Federico Chiesa nel ritiro di Moena. Foto: S.D.C./Fiorentinanews.com

MOENA – Giunti al quarto giorno di ritiro a Moena, si possono tirare le prime mini somme relative a status di forma ed approccio al lavoro di Sousa. Destano curiosità in particolari i nuovi, o simil tali, che con il portoghese e la Fiorentina hanno avuto relativamente a che fare fino ad oggi. Due nomi su tutti: Giuseppe Rossi e Federico Chiesa, “estranei” per motivi completamente diversi, fisici per il primo, anagrafici per il secondo. Sono però i due elementi che hanno maggiormente colpito fino ad ora: indubbie le doti tecniche di Pepito, in attesa di capire che idea si è fatto Sousa di lui dal punto di vista dell’affidabilità; subito a suo agio anche il figlio d’arte, che ha mostrato anche dei discreti colpi tecnici in partitella, con entrambi i piedi. Entrambi potrebbero rappresentare il futuro della Fiorentina, a termine più o meno breve, se ovviamente Sousa di loro si vorrà fidare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*