Rossi, il prestito è l’unica soluzione possibile

Il 2015 si chiude con una decisione importante da prendere: cosa fare con Giuseppe Rossi. Per La Gazzetta dello Sport la soluzione possibile è una sola: darlo via in prestito. Bologna, Genoa, Samp, Betis Siviglia sono le società che hanno già chiesto informazioni su di lui. Intanto Andrea Della Valle ha specificato appena ieri che quello che riguarda Rossi è “un argomento delicato. Il ragazzo vorrebbe giocare di più – ha aggiunto ADV – prendiamoci qualche giorno di vacanza. Poi ne riparleremo ed avremo le idee più chiare”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. Prestito con clausola sull’eventuale nuovo infortuneo al ginocchio dovuto ad uno scriteriato utilizzo del giocatore con penale di qualche milione per la società e risoluzione del contratto… dopo la ……. che ha fatto per andare ai mondiali e che a noi è costata un anno di assenza (pagato profumatamente) mi pare il minimo… se non vogliamo parlare di riconoscenza parliamo di investimento e come tale la società ha il diritto di tutelarsi!!!

  2. Se è vero che è lo stesso Rossi a chiedere di essere ceduto in prestito per poter giocare di più dimostra di essere un egoista perché a Lui interessa solo poter partecipare agli europei. Dovrebbe essere riconoscente alla società che lo ha curato, e pagato, per due anni senza battere ciglio. Se Rossi è pronto per giocare in un’ altra squadra e non con noi vuol dire che Rossi non è adatto al gioco di Sousa.

  3. Rossi rimani e vedrai che presto arrivera’ il tuo momento. Piuttosto recupera nel frattempo la CONVINZIONE

  4. Se fosse vero che in cambio la samp ci darebbe muriel o eder …. io ci penserei bene a farlo al volo l’affare.
    Se poi invece dobbiamo mandarlo a giocare a bologna senza avere nulla in cambio no, va tenuto e speriamo torni utile.
    Ormai c’è da farci pochissimo affidamento su di lui.

  5. Io lo farei restare a Firenze,a primavera potrebbe tornarci utile,perche’ non credo che gli restera’ sempre la stessa timidezza che ha adesso, ne va della sua stessa carriera:con la paura che ha adesso non puo’ continuare,quindi acquisisca sicurezza e poi ne parliamo.

  6. Il ragazzo deve avere tanta pazienza e poiche’ e’ estremamente intelligente e maturo si convinca che quando si riesce a venir fuori da QUATTRO internenti importanti come i suoi ,la fretta e’ una cattiva consigliera.Dovrebbe ricordarsi come in altra occasione,anticipando il rientro complice insincero Prandelli,abbia rovinato una situazione con il timore del proseguimento di carriera.Si ricordi di Del Piero che senza fretta e’ rientrato piu’ forte di prima e poi meglio che a Firenze dove sta?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*