Questo sito contribuisce alla audience di

Rossi: “Il ruolo di Jovetic non è un problema. Possiamo crescere molto”. E su Felipe…

Delio Rossi parla anche del ritorno fra i convocati di Felipe e del ruolo in campo di Stevan Jovetic: “Il cambio di modulo agevola dei giocatori e ne penalizza altri, ma un allenatore deve tenere conto di un sistema di gioco che sacrifichi meno giocatori possibili, soprattutto fra le eccellenze. E’ vero che adesso Felipe ha più possibilità, è stato troppo coinvolto nelle vicende di mercato, io devo tenere conto anche della situazione psicologica. E’ una tappa di riavvicinamento alla Fiorentina per lui, giocando così i difensori centrali mi servono e se ce li ho in casa non vedo perchè debba andare a prenderli da altre parti. Questa squadra ha ancora margini di miglioramento, a campionato in corso serve la giusta alchimia. Jovetic? Può giocare esterno, ma secondo me le sue doti escono meglio se è più accentrato. Non è vero che gioca prima punta, dovrebbe dividersi i compiti con l’altro attaccante. Se prendo Drogba è chiaro che l’altro attaccante si deve adeguare a lui, ma a me non piacciono gli attaccanti che stanno fermi in area: mi piacciono giocatori che manovrano e vanno alla conclusione. Jovetic può fare sia la prima che la seconda punta, ha anche qualità fisiche importanti, non c’è un problema sul suo ruolo. Per me non c’è differenza nel perdere 3-0 o 1-0, sempre zero punti ti danno. In questo momento non è bene parlare di mercato, preferisco parlarne solo il 31 per una questione psicologica della squadra”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA