Questo sito contribuisce alla audience di

Rossi, la scelta di evitare polemiche azzurre ed i sogni da sveglio

Giuseppe Rossi, attaccante della Fiorentina, a La Gazzetta dello Sport parla anche delle scelte nel suo libro di non parlare della nazionale e di un suo compagno in azzurro: “Conosco bene Balotelli, so che è forte nella testa e ha il carattere giusto per riprendersi. E poi neppure la squadra sta andando bene: se il Liverpool non è quello dell’anno scorso, non si possono certo dare tutte le colpe a Mario. La Nazionale e le polemiche di maggio? Non ho voluto parlarne neppure nel mio libro, perché non mi interessava fare un libro polemico, volevo semplicemente raccontare la mia storia e far capire a chi legge che c’è sempre un’altra possibilità. Penso sempre alla Nazionale, ho passato tanti momenti emozionanti con la maglia azzurra e spero di poterne vivere ancora. Ho visto il c.t. Conte quando è venuto a trovare la Fiorentina, è stato bello incontrarlo. Che cosa vedo se dormo e sogno? Se dormo e sogno poi mi sveglio, e mi vedo in palestra con il lavoro che devo fare tutti i giorni per tornare come voglio. Cioè più forte di prima”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA