Rossi risponde a Zarate, primo sigillo di Diks e Tomovic gli dà il suo personale “benvenuto”

MOENA – Partitella conclusa da pochi istanti, con il gruppo viola che si sta avviando verso gli spogliatoi per poi tornare in albergo. Vi abbiamo raccontato della rete di Mauro Zarate, a cui ha replicato poco dopo anche Giuseppe Rossi, che vedremo magari impegnato già dalla prima amichevole quest’anno. E’ arrivato il gol anche del neo arrivato Diks, con un bel destro rasoterra mentre Tomovic ne ha approfittato per dare il suo “benvenuto” al giovane olandese, che di fatto gli contenderà il posto: un’entrata bella decisa per abituare già da ora il compagno alla realtà viola. Il match si è chiuso poi sul 2-2 con la firma conclusiva da parte di Baez.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

15 commenti

  1. Mi è piaciuta la discussione tra GREEN e CISKO. Ognuno pensa come vuole,ma sempre con toni pacati e misurati. La nota stonata è il commento di PAOLO1. O PAOLO1,ma negli ultimi 47 anni (dal ’70 ad oggi),quante volte sei stato protagonista in un campionato? Te lo dico io. 2 volte hai avuto qualche chance di arrivare primo,DUE VOLTE IN 46 ANNI. Sai,perché da come parli te sembra che solitamente la Fiorentina lotti per il primo,mentre coi DV lottiamo solo per il terzo/quarto/quinto posto. A me pare che in questo quasi mezzo secolo,siano nstate molte più le volte che abbiamo lottato per la metà classifica,entrando in coppa una volta ogni 6 anni di media,che non per essere protagonisti assoluti,ma può anche darsi che mi sbagli.

  2. Green,
    sai che ti voglio bene anche se spesso la pensiamo diversamente.
    Su Rossi ne riparliamo tra fine ottobre e inizio novembre, ok???
    (Però poi non dare la colpa a Sousa perfavore)

  3. Perdonami, ma tu che fai certi paragoni li hai mai visti giocare Baggio e Maradona? E quando hanno vinto, specialmente il primo, ricordi che squadre avevano alle spalle???

  4. Inutile polemizzare, queste sono solo pallonate estive che hanno il valore del 2 di briscola.
    Risparmiamo i le chiacchiere per le pallonate che contano, anche se capisco bene che l’unico campionato che può esaltarci è quello che si disputa tra luglio e agosto, perché quello che va da settembre a maggio (“stranamente”) non ci vede MAI protagonisti.

  5. Cisko73…

    1) Pepito dopo la partita contro il Livorno tornò a Maggio quell’anno per 3 partite (Sassuolo, Livorno e Torino).
    Segnò contro il Sassuolo, fece l’assist decisivo contro il Livorno e poi segnò contro il Torino.

    2) Pepito nell’anno dei 17 gol stagionali veniva da un anno di inattività…
    Non è che se uno si infortuna ritrova subito il suo smalto!

    3) Anche Baggio ha avuto tanti infortuni gravi come Pepito in carriera ed infatti ha avuto dei periodi di difficoltà pure lui…
    Ma mi ricordo che per 4 anni consecutivi fece più di 10 gol a stagione a Brescia (ed aveva un età compresa tra i 33-37 anni)…
    Mi ricordo a 30 anni (dopo 2 anni così e così) fece più di 20 gol al Bologna!

    4) Gli infortuni e la droga (vedi Maradona) non influiscono il talento di un giocatore…
    Se uno è talentato è talentato…
    Gli infortuni e la droga influiscono la CONDIZIONE FISICA!
    La CONDIZIONE FISICA inevitabilmente influisce sul rendimento!

    5) Rossi è tutto una questione mentale e fisica…
    Se sta bene ed è sicuro allora va tenuto!
    Il talento è sempre quello!
    Serve che ritrovi fiducia e sicurezza!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*