Rossi-story, attenzione a non rovinare tutto

Rossi Frosinone

E’ stata una bella storia d’amore quella tra Giuseppe Rossi e Firenze, ancor prima che tra il calciatore e la Fiorentina. Giunto nel gennaio 2013 da infortunato, acclamato fin da subito come un grande campione (quale è) e aspettato “perché, in fin dei conti, da sano non lo avremmo certo visto a Firenze ed anche al 50% ci può fare la differenza”. Cosa che effettivamente è avvenuta, visto che l’avvio della stagione 2013/14 l’aveva mostrato scintillante in campo, capocannoniere a dicembre e mattatore della Juve nel leggendario 4-2 dell’ottobre 2013. Tutto rose e fiori insomma fino a quel maledetto 5 gennaio 2014, quando il “Franchi” fu gelato dal suo scontro con Rinaudo che lo costrinse allo stop ed al recupero “arrangiato” per giocare il Mondiale 2014. Non arrivò la convocazione ed oltre al danno per Rossi ci fu pure la beffa di un nuovo stop lunghissimo, con la Fiorentina che di fatto fu sacrificata sull’altare della Nazionale. Nuova ripartenza in questa stagione ma, a differenza del 2013, stavolta Rossi non ha avuto impatto sulla squadra viola, fatica a tornare se stesso e da un paio di mesi ha anche un discreto broncio sulla faccia. La Fiorentina però va avanti ed in questo tipo di campionato non può permettersi di aspettare Rossi o di dedicare a lui più spazio di quanto fatto finora. Da qui l’esigenza di una separazione, nella comune speranza che si possa rivedere il suo talento: attenzione però a farlo nel modo giusto, senza rovinare un rapporto che sembra diventato scomodo per entrambe le parti ma che può sempre tornare utile in futuro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

10 commenti

  1. Babacar mi risulterebbe ‘blindato’ e va bene così.
    Pepito parta pure, in prestito secco fino a giugno, con clausola rescissoria adeguata a
    quanto percepito rispetto al minutaggio giocato…..cioè da fare invidia a CR7, Messi e Ibra.

  2. Si sa che non sono certo tenero con la società . Ma in questo caso si è comportata più che correttamente con Pepito.

  3. Rossi non è un Uomo, ma un egoista che pensa solo a se stesso. Se vuole giocare di più giochi meglio invece di rompere le *****. Se non è all’altezza adesso giocherà quando lo sarà!!!!

  4. No Jorgensina. Gomez e Rossi hanno in comune l’ingaggio faraonico e il fatto che alla viola sia andata male. Per il resto due storie completamente diverse.

  5. Rossi………purtroppo una grossa delusione PRIMA come calciatore non per colpa sua,ma per gli infortuni tutti molto gravi…ORA come uomo. E pensare che sull’uomo ci avrei scommesso tutto!

  6. Quello che mi dà fastidio è che qualche mese fa avevo ampiamente previsto che sarebbe finita così…non mi stupirei che il rapporto con la Fiorentina volgesse anche al termine nel prossimo futuro. Una storia in parte già vista. Copione tale e quale, solo gli interpreti erano diversi.

  7. Nel riassunto manca la parte in cui la società lo mandò o voleva mandarlo da uno che non fosse Steadman. Li è la vera rottura fra rossi e la viola. Coccolato? Aspettato? ma che alternative aveva la società??? Hanno fatto buon viso a cattiva sorte, tutto li.

  8. Rossi sta forzando troppo la mano,facendo così sta dimostrando per la seconds volta che ANTEPONE SEMPRE io propri scopi personali infischiandosene di noi che lo abbiamo coccolato e aspetto della società che ha creduto in lui investendo per ora un sacco di quattrini senza svere niente in cambio.
    Io consiglio alla società di provare a trattenerlo in tutte le maniere ma se non fosse possibile allungare il contratto con Clausola inclusa cosi tanto per stare tranquilli…

  9. Violaadimilano

    Bella storia quella riassunta nell editoriale. Quindi non mi sembra che la Viola si sia comportata male nei suoi confronti. In un altra squadra sono certo non avrebbero avuto tutto questo riguardo. Inoltre sembra come allora che il suo interesse sia più rivolto verso la nazionale che verso la Viola. Cmq nessuno l ha obbligato a venire a Firenze e nessuno lo può obbligare a restarci

  10. Va bene ma Baba vuole giocare Rossi pure Kalinic non si tocca,parleranno tra loro e vedranno che devono fare

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*