Rummenigge: “Prendere Toni a quella cifra dalla Fiorentina è stato un affarone”. Ma lo stipendio del bomber ha fatto scalpore in Germania

E’ stato un grande campione in campo e si sta dimostrando un dirigente tanto abile quanto potente Karl Heinz Rummenigge, ora amministratore delegato del Bayern Monaco. Kalle è stato intervistato da La Gazzetta dello Sport dove ha parlato anche di Luca Toni: “E’ venuto qui la settimana scorsa, abbiamo bevuto un caffè. Gli ho consigliato di continuare, segna tanto, mi dà la sensazione di stare bene in tutto. Luca: vai avanti finché le tue gambe ti portano”. Ma Toni ha portato anche dei problemi di natura giudiziaria al Bayern che è accusato di evasione fiscale, anche se l’acquisto del giocatore dalla Fiorentina è stato un affare per il club: “Il giudice non ha fatto una bella cosa a pubblicare il contratto – ha proseguito Rummenigge – ora vedremo alla sentenza. Però nell’affare Toni il cartellino era a buon mercato: 11 milioni di euro, ma ne valeva 25- 30. Noi siamo rimasti contenti, abbiamo vinto, lui ha segnato tanti gol ed è ancora benvoluto a Monaco“. Giusto per la cronaca è venuto fuori da questo processo che Toni guadagnava la bellezza di 500 mila euro al mese una cosa che in Germania ha fatto scalpore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. Xke quelli che hanno adesso guadagnano tanto di meno?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*