Questo sito contribuisce alla audience di

Sacchi: “Della Valle grandi industriali e puntano sul progetto Stadio. Fui ad un giorno dall’allenare la Fiorentina. Chiesa? Dalì diceva…”

L’ex tecnico di Milan, Real Madrid e Nazionale, Arrigo Sacchi, commenta le vicende della Fiorentina sul Corriere Fiorentino: “I viola sono in difficoltà – ha detto Sacchi – ma nemmeno i tifosi dovrebbero fermarsi a guardare il mero punteggio di una partita. Si può perdere meritando di vincere, l’importante è ricercare un gioco. Una filosofia. E possibilmente legata al settore giovanile e al credo della società. Sulla Fiorentina sono positivo. Corvino lo conosco bene, sa di calcio e come si forma un settore giovanile. I Della Valle sono grandi industriali e puntano al progetto stadio come dovrebbero fare tutti i nostri club. Poi c’è Pioli: persona seria che sa quello che vuole. Quando cambi tanti hai bisogno di tempo per creare una squadra. Firenze è innamorata della Fiorentina e saprà dare una mano”.

Poi Sacchi aggiunge: “Fui a un giorno dall’allenare la prima squadra. Avevo scelto di firmare con la Fiorentina, ma la sera prima mi chiamò il Milan e scelsi di andare. Pontello mi telefonò e mi disse: “Se va ad allenare una squadra più piccola della nostra mi arrabbio, se va in una grande sarò orgoglioso di me: significa che su di lei non mi ero sbagliato”.

Su Chiesa infine: “Ancora oggi conservo grandi ricordi della Fiorentina e per questo spendo volentieri un giudizio su Chiesa. Salvador Dalì diceva “non dovete avere paura della perfezione perché non la raggiungerete mai”. Ecco, se Federico continuerà a lavorare con l’umiltà di adesso diventerà un grande giocatore”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. La città é piccola per ambire a traguardi prestigiosi sia che ci siano i D.V. o altri.

  2. Ci vuole anche Passione e l’oro no ce l’anno. A volte rimpiango cecchi gori lui si che aveva Passione Per la Fiorentina. Lo ripeto meglio un giorno da leoni che 15 anni da Pecore.

  3. Arodaje con i progetti e le varie amenità ….

  4. E poi te ne andasti al Milan.Mica potevi fare diversamente.scherziamo….

  5. Tifolamagliaviola

    Ossia, siamo una macchina per fare plusvalenze (ammesso che Corvino faccia bene il suo lavoro)

  6. Non si arriverà mai a nulla qui a Firenze con questa proprieta ,anche avendo pazienza calma lavoro allenatori bravi con i giovani ,perché appena c’è un giocatore di un certo livello viene venduto reinvestendo solo una parte del ricavato su giocatori modesti o altri giovani di futuro incerto per cui non si arrivera mai ad averevunavsquadra compiuta per dare le soddisfazioni che meritano ai tifosi ,piu c’e da mettere in conto il disinteresse e soprattutto la mancanza di passione della proprieta e presidenza che hanno tutt’altri interessi che quelli sportivi a riguardo di questa societa .

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*