Salah e una storia che si ripete. C’era una volta il Della Valle persuasivo

AndreaDellaValleJuventusL’appeal della Fiorentina è in calo, anzi forse è proprio in picchiata, una volta i giocatori sgomitavano pur di arrivare a Firenze ora fanno a gara a chi va via prima e il caso Salah è solo l’ultimo in ordine di tempo. Abbiamo visto Neto giusto qualche mese fa, giocatori sicuri di restare ma che alla fine, anche a cuor leggero, se ne sono andati via dalla Fiorentina. Questione economica? Forse sì, forse no, certamente quello che manca in casa viola è il tempismo visto che i Della Valle si trovano sempre a rincorrere giocatori che per altro sono già di loro proprietà. Una volta bastava una parola di Diego Della Valle per convincere chiunque a restare alla Fiorentina, ricordiamo per esempio Toni e Mutu, ora invece questo potere sembra molto depotenziato, tanto che non servono neppure proposte da capogiro per convincere il Salah di turno. L’ennesima telenovela dell’estate fiorentina lascerà sicuramente il segno come è già successo con Montella e poco prima con Neto. La Fiorentina continua ad incassare colpi bassi mentre le sue certezze si sgretolano. Si doveva ripartire da Montella e Salah, bene ora sono entrambi ex viola.

Foto: LF/Fiorentinanews.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

57 commenti

  1. Ma perchè i DV sono ancora proprietari della Fiorentina?pensavo fosse autogestita modello centro sociale,a no li c’ è sempre chi ci mette la faccia,vero DDV?SOLO PER LA MAGLIA

  2. …..FOR SALE……..cedesi fazzoletto bianco da taschino-giacca, possibilita’ di 4 punte ritte, seminuovo, ultimamente usato solo per lacrime; unico proprietario ma gravato di fidejussione, puro cotone made in italy

  3. enzo da bassano

    Mi viene un dubbio: forse in società era ben nota e chiara a tutti sin da gennaio che esisteva la clausola di diniego a favore di Salah . Fose la sapeva anche Montella che su questo ed il resto aveva chiesto garanzie. Che Montella avesse visto lontano e abbia anticipato tutti e tutto?

  4. I DELLA VALLE non hanno contatti con nessun club, all’inizio intrapresero la guerra contro gli arbitri e diritti tv, e sono stati capacit di divenire membri della cupola di MOGGI(assurdo)…putroppo sono stati appoggiati soltanto dalla politica locale fiorentina, non hanno agganci con il mondo istituzionale del calcio e con il calcio….si vede che non riusciamo mai aprendere un giocatori inItalia e siamo costretti ad andare all’estero, solo CUADRADO ci è ruscito da prendere all’Udinese

  5. Non è la dimensione di Firenze che è in discussione…ma la dimensione della fiorentina. E non sarà il nuovo stadio che muterà la situazione, perchè quando l’avremo finito anche tutte le nostre concorrenti ne avranno uno nuovo, così che il gap resterà invariato. Montolivo, Jovetic, liajic, cuadrado, neto ed ora salah…il prossimo che dopo averci usati come trampolino di lancio ci farà ciao ciao ?…Paulo Sosa ovviamente !!!

  6. ANTELLA LIBERA

    Porca miseria e ora? siamo alla canna del gas, senza Montella e senza Salah non sapremo più che pesci prendere. Ma come abbiamo fatto finora a vivere prima senza di loro? Forse è stato grazie all’oppio o alla cocaina? Per il momento facciamoci un paio di canne, dopo si vedrà.

  7. Vi siete dimenticati che il Della Valle persuasivo è quello che detiene il 98% delle quote societarie. C’è una bella differenza.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*