Questo sito contribuisce alla audience di

Salcedo e un altro rigore che lo condanna

Dopo l’ingenuità che era costata il rigore al 93′ su Mertens per il pari del Napoli al “Franchi”, Carlos Salcedo era scomparso dai radar per un mese buono: si erano sparse voci relative addirittura alle clausole del suo contratto, in vista del possibile riscatto. Poi Sousa lo ha rilanciato improvvisamente, se pur nello strano ruolo dell’esterno mancino, a Milano; con il Torino il messicano è tornato a destra ma i problemi sono rimasti, visto il fallo da rigore commesso su Boyè. Anche a causa di questa ulteriore ingenuità il tecnico viola lo terrà fuori dal match con l’Atalanta, in attesa di un’altra occasione in cui riproporlo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. se lo mettesse centrale,suo ruolo naturale ,forse eviterebbe di dover rincorrere l avversario,cosa che non sa fare.. eppoi dategli tempo..

  2. difatti il Napoli stà giocando senza Reina…o no?

  3. Ma possibile…. Se ogni giocatore che procura un calcio di rigore dovesse star fuori per un mese, chi gioca? I giornalisti? I giocatori vanno sostenuti, specialmente se giovani e se vengono da paesi lontani. Si rischia di prendere grosse cantonate. Alonso ci ricorda niente?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*