Questo sito contribuisce alla audience di

Sanchez: “Ho marcato Messi e Neymar perché dovrei essere preoccupato di Dzeko? Quel giorno che Sousa…”

Da centrocampista a difensore, con Paulo Sousa è cambiata radicalmente la vita da calciatore di Carlos Sanchez: “Ero fuori da qualche partita – racconta il giocatore della Fiorentina al Corriere Fiorentino – una mattina il mister mi fa: “Te la senti di giocare dietro”? “Qual è il problema?”, rispondo io. E da lì è cominciato tutto: qualche allenamento accanto a Gonzalo e poi la partita con la Juve, bellissima. Dopo la vittoria ho chiamato Cuadrado perché volevo godermi il momento, ma lui era triste e io non ho infierito. Agli amici non si manca mai di rispetto”.

E ora c’è Dzeko da annullare: “Preoccupato io? E perché dovrei esserlo? Ho marcato Messi, Neymar, Ronaldinho e mille altri, credo riuscirò a far bene anche contro la Roma. Certo, loro sono forti. Ma per batterci dovranno giocare una grandissima partita”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. Avessero tutti la grinta di Sánchez e chiesa….
    Forza Viola!!!!!

  2. E magari facci anche un golluccio… Con quel popò di chiorbone che ti ritrovi!!!!! Forza Viola!!!!!!

  3. Grande Sanchez non ha paura di nessuno.

  4. E la Peppa!

  5. Hahaha hahaha hahaha hahaha hahaha hahaha hahaha

  6. San Chez. Un santo può fare un miracolo….. vaiiiiiijj

  7. Michele da Milano

    Vai Roccia annullalo!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*